rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Calcio Pescaiola

Mesi di lavori per la nuova casa della Fortis: ieri il torneo e l'inaugurazione del campo Roberto Lorentini

La vittoria è andata ai ragazzi dell'Olmoponte Santa Firmina che hanno battuto in finale la squadra del Sansepolcro

Dopo mesi di lavori ha trovato una nuova vita il campo sportivo di Pescaiola intitolato a Roberto Lorentini, il medico aretino morto nel corso dei tragici fatti dell'Heysel. Ieri pomeriggio si è svolta l'inaugurazione alla presenza del figlio, nonché presidente dell'associazione dei familiari delle vittime dell'Heysel, Andrea Lorentini. 

Una manutenzione straordinaria dell'area abbaondata da anni ha permesso alla Fortis di avere una nuova casa per portare avanti il progetto sportivo della società di calcio guidata dal presidente Fancesco Martoglio.

Dopo il taglio del nastro, i saluti istituzionali e la benedizione da parte del parroco ha così preso il via il quadrangolare organizzato per l'occasione con la categoria Giovanissimi Under 15.

Al torneo Kimikando hanno preso parte i ragazzi della Fortis, dell'Olmoponte Santa Firmina, di Sansepolcro e del Trestina. 

Inaugurazione campo Roberto Lorentini

Soddisfatto l’assessore Federico Scapecchi:ancora una volta abbiamo la dimostrazione di come la politica intrapresa di riqualificazione degli impianti sportivi attraverso i bandi pubblici sia uno strumento vincente. La nostra fortuna è che esiste un terreno fertile costituito dalle associazioni sportive aretine e tra queste, dopo una prima fase di interlocuzione, per Pescaiola è emersa la Fortis Arezzo, da sei mesi ufficialmente aggiudicataria del campo per i prossimi 25 anni. In pochi mesi la Fortis ha sostanzialmente terminato i lavori previsti dal bando stesso per un totale di circa 200.000 euro, tra cui verifiche strutturali e impiantistiche, demolizione delle strutture prive di titolo edilizio, ristrutturazione degli spogliatoi e dei locali collocati sotto la tribuna. Finalmente la parola passa agli atleti e alle squadre che vi si cimenteranno: non avevamo dubbi sulla bontà della scelta effettuata che restituisce un terreno di gioco, sia in termini di dignità sia in termini sportivi, non solo al mondo calcistico cittadino ma a un intero quartiere per scopi aggregativi”.

Francesco Martoglio, presidente della Fortis Arezzo: “la società è nata nel 2014, la prima squadra attualmente gioca in terza categoria ma siamo cresciuti anche come numero di equipe giovanili che sono attualmente 5. Ci mancava una ‘casa’, adesso ce l’abbiamo e siamo davvero contenti di avere mantenuto la promessa fatta a marzo, al momento dell’aggiudicazione: al ‘Lorentini’, infatti, giocheremo fin dall’inizio della stagione esordendo in Coppa Toscana domenica prossima”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mesi di lavori per la nuova casa della Fortis: ieri il torneo e l'inaugurazione del campo Roberto Lorentini

ArezzoNotizie è in caricamento