Calcio Via Antonio Gramsci

Una punta per l'Arezzo: Geijo accostato al Cavallino. Basit tra i più corteggiati

Ha aperto i battenti il mercato di riparazione. Gli obiettivi dell'Arezzo e i rumors sui pezzi pregiati del Cavallino.

"Una squadra di calcio è come un orologio e tutto deve girare alla perfezioneC'è sempre il rischio quando vai a toccare qualcosa di spostare certi equilibri". Le parole sono quelle di Giorgio La Cava, patron amaranto, che dopo il derby con la Lucchese ha sottolineato quanto sia difficile e rischioso il mercato invernale appena iniziato.

Chi parte

L'Arezzo in questa finestra che chiuderà alle 20 del 31 gennaio proverà in primis a sfoltire una rosa che supera le 30 unità. Cenetti è sempre più vicino all'AlbissolaBelvisi se ne andrà dopo quasi sei mesi vissuti fuori dalla rosa dei giocatori utilizzabili in campionato. Nella lista dei partenti possono essere annoverati anche i giocatori utilizzati in Coppa ma mai impiegati in campionato come MostiDanese, Stefanec oltre a ChoeSalifu frenato da problemi fisici e non solo dal suo arrivo in maglia amaranto. In questo caso l'Arezzo dovrà parlare con la Fiorentina per capire cosa fare. Una valutazione verrà fatta anche su Zini e Persano, anche perchè l'Arezzo tra i suoi obiettivi ha quello di potenziare il reparto offensivo.

Sirene di mercato per Basit

Negli ultimi giorni sono aumentate le indiscrezioni attorno a Basit. Il classe 1999 arrivato in amaranto dopo l'esperienza nella Primavera del Napoli di Loris Beoni, si è messo in luce in 12 presenze impreziosite da un gran gol. Buone prestazioni unite però anche a tre espulsioni. Il temperamento non è passato inosservato visto che Tuttomercatoweb e non solo ha riportato l'interesse nei confronti del classe '99 di Inter e altri club di serie A. Pieroni però al riguardo è stato chiaro. Sia Basit che altri pezzi pregiati come Buglio e Sala (in prestito biennale dall'Inter) verranno tenuti stretti almeno fino a giugno.

Geijo accostato al Cavallino

L'Arezzo si sarebbe mosso con decisione su Alex Geijo. A riportarlo è Trivento Goal. L'attaccante classe 1982 nato a Ginevra ma con passaporto spagnolo ha all'attivo 525 presenze e 124 reti vestendo le maglie di Malaga, Levante, Racing Santander, Udeinese, Watford, Brescia e Venezia. I veneti sarebbero disponibili a cedere la punta in scadenza il prossimo giugno. Sulle sue tracce un club della serie B spagnalo - stando a quanto riporta anche Tuttomercatoweb - oltre a Vicenza, Monza, Triestina e appunto Arezzo. Per far andare in porto la trattativa serve superare lo scoglio ingaggio.

L'Arezzo d'altronde non ha intenzione di sforare il budget anche se alcune cessioni possono portare inevitabilmente ad un risparmio. Per onor di cronaca vanno segnalati anche i rumors circa un possibile interesse dell'Arezzo per la punta Andrea Bianchimano e per il difensore Filippo Sgarbi, entrambi del Perugia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una punta per l'Arezzo: Geijo accostato al Cavallino. Basit tra i più corteggiati

ArezzoNotizie è in caricamento