Lega Pro | Stop al campionato e intesa sulle promozioni: saranno quattro. Niente retrocessioni

Monza, Vicenza e Reggina in serie B, la quarta scelta per meriti sportivi. Le proposte della serie C che dichiara compatta lo stop

E' arrivata la fumata bianca. La Lega Pro tramite l'assemblea dei club ha messo nero su bianco la proposta da portare sul tavolo del Consiglio Federale, originariamente in programma per domani e poi rinviato. La serie C ha deciso di fermarsi: la stagione 2019/2020 si ferma qui. Impossibile proseguire come avevano detto i presidenti a inizio aprile e come avevano poi ribadito i medici delle 60 società. Il protocollo sanitario per la ripresa è inapplicacile in Lega Pro e quindi non c'è la possibilità di andare avanti.

Quattro promozioni

Di fatto il tema più caldo e attesa era quello che avrebbe stabilito i criteri per le promozioni in serie B. La Lega Pro proporrà di far salire quattro squadre come da programma. Tra i cadetti quindi Monza, Vicenza e Reggina. Niente sorteggio come era emerso settimane fa per decretare la quarta che sarà scelta in base al merito sportivo (miglior media punti in base alle partite disputate). Dopo Monza, Vicenza e Reggina, se la Figc accetterà la proposta della Lega Pro, a salire in B sarebbe il Carpi. Sono stati 26 i voti a favore di questa soluzione. Sconfitta l'ipotesi di disputare i playoff seguendo i protocolli che aveva raccolto il voto di 13 presidenti. Tutti gli altri presidenti si sono astenuti. Assente all'incontro virtuale Giorgio La Cava, fermato da un problema di salute.

Blocco delle retrocessioni

Nessuna squadra saluterà la terza serie. Le retrocessioni sono bloccate così come i ripescaggi dalla serie D. Restano invece confermate le promozioni delle prime in classifica di ogni girone del massimo torneo dilettantistico. In totale quindi salirebbero 9 formazioni ma nessuna scenderà di categoria. Il campionato di Lega Pro è praticamente concluso, ma attenzione, dovrà essere il Consiglio Federale a porre la parola fine e ad accettare le proposte avanzate dall'assemblea di questo pomeriggio.

Il commento di Ghirelli

"Mi ha colpito l'enorme senso di responsabilitàil grande rispetto verso le ragioni di ognuno e anche verso le posizioni delle altre leghe e della Federazione. La più bella assemblea che abbia mai svolto da quando sono presidente". Così Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, ha commentato a TuttoC l'esito dell'assemblea. Il numero uno della serie C ha poi analizzato la scelta di identificare la quarta promozione tramite il merito sportivo.

"Il metodo sempre utilizzato dalla Lega Pro da sempre: un indice in base alle partite giocate, una media punti insomma - ha precisato Ghirelli - Non abbiamo riflettuto sul nome dei club ma su un dato oggettivo: possono dire tutto meno che il sottoscritto non abbia l'onestà intellettuale di essere il presidente di tutta la Lega Pro".

Adesso la palla passa al Consiglio Federale.

"Credo che potremo andarci con grande tranquillità - ha concluso Ghirelli - la disponibilità a capire il da farsi e le proposte altrui. Cercando di trovare una soluzione condivisa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento