Primi contatti con gli imprenditori vicini a Pieroni. Trimestrale e non solo: si riuniscono i soci dell'Arezzo

Incontro nella giornata di ieri tra i possibili acquirenti e il legale di Giorgio La Cava oggi chiamato insieme ad OA all'approvazione della trimestrale e non solo

Primo approccio tra la cordata vicina a Ermanno Pieroni e il presidente Giorgio La Cava. Il summit si è tenuto nel pomeriggio di ieri, ma il patron amaranto non era presente perchè impegnato a Roma a causa di alcuni appuntamenti. Così è stato il legale di Giorgio La Cava ad approcciare il discorso con i possibili acquirenti. Un discorso che molto presto dovrà avere un seguito o comunque passare alla fase successiva facendo capire se esiste o meno la possibilità di chiudere con i due imprenditori avvicinati da Pieroni e che secondo i beninformati avrebbero base nelle Marche.

Adesso il futuro dell'Arezzo passa da Pieroni: il lavoro del vicepresidente. Giovedì assemblea dei soci

Di certo questa mattina si parlerà anche di questo nel corso dell'assemblea dei soci in programma alle 11:30 nello studio di Giovanni Grazzini, commercialista del club di viale Gramsci. Giorgio La Cava con il suo 99 per cento e Orgoglio Amaranto con l'uno, analizzeranno e saranno chiamati ad analizzare la trimestrale al 31 marzo 2020 che il comitato ha definito 'pesante' nel corso dell'ultima assemblea con i propri soci. Per la ricapitalizzazione potrebbe esserci più tempo. All'Arezzo servono circa 500mila euro, richiesti da quelle che sono le norme sportive per essere in regola al fine di ottonere la licenza nazionale e il semaforo verde successivo per l'iscrizione. Dal punto di vista civilistico però il Cavallino è una srl che a causa del Covid-19 può beneficiare di un rinvio. Rinvio che non è ammesso per la scadenza del 15 luglio.

Quel giorno serviranno almeno 70mila euro per fare fronte alle mensilità di marzo, aprile e maggio per tutti quei contratti non superiori a 26.644 euro lordi. Chi sgarra va incontro e penalizzazioni. Poi il 5 agosto sarà la volta dell'iscrizione. E' chiaro che poi il discorso in assemblea si sposterà sulle 'varie ed eventuali' riguarderà anche gli acquirenti presentati da Pieroni, cercando di capire l'identikit e tutti i dettagli del discorso intavolato ieri pomeriggio.

Intanto l'Anconitana, che stava seguendo da tempo Ermanno Pieroni come più volte detto dal patron dei dorici, sta per ufficializzare due nuovi ingressi nell'organigramma. Come spiega AnconaToday Roberto Damaschi e Alvaro Arcipreti, ex presidente ed ex direttore sportivo del Perugia che riportarono dai dilettanti alla C1, sono ad un passo dal club biancorosso.

Damaschi rivestirebbe un ruolo dirigenziale, mentre Arcipreti si occuperebbe del mercato. Sempre secondo AnconaToday i due dirigenti sarebbero stati consigliati al presidente Marconi proprio da Ermanno Pieroni che venerdì scorso fu avvistato in visita al patron dei dorici nello stabilimento della Rays. Occhio però alle sirene di mercato che continuano ad interessare Pieroni e che arriverebbero dalla serie B.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento