rotate-mobile
Calcio Via Antonio Gramsci

Arezzo, oggi l'assemblea dei soci per ruoli e programmi. Mercato: idea Serrotti e non solo

Dall'assemblea dei soci in programma oggi passa il futuro delle cariche societarie. Il punto sul mercato

È il giorno dell'assemblea dei soci. L'appuntamento è per la tarda mattinata di oggi, e da qui passa parte del futuro prossimo dell'Arezzo. La Mag Servizi Energia, azionista di maggioranza, Giorgio La Cava e Orgoglio Amaranto sono i soci della Società Sportiva Arezzo chiamati a raccolta tra poche ore. Sul tavolo è facile immaginare che possano essere presenti più che le note economiche del club, discusse solo poche settimane fa con l'approvazione del bilancio, questioni legate all'organigramma. Da giorni si parla di un Pino Monaco sempre più lontano, pronto a passare la mano lasciando l'incarico di presidente.

La nota di Orgoglio Amaranto ha poi fatto focalizzare l'attenzione sulla volontà della proprietà dell'Arezzo di seguir ancor più da vicino la vita della società. Un ulteriore segnale del fatto che i fratelli Manzo e Fabio Gentile, figure cardine della Mag, vogliono rafforzare la loro presenza e la gestione diretta del club. Tra l'altro Francesco Manzo era stato indicato come nuovo presidente, con funzioni operative, nei giorni successivi all'allontanamento dell'ex dg Fabbro. Di certo l'assemblea dei soci diventa cruciale anche per la nomina del direttore generale e sportivo vista l'ormai imminente apertura del mercato di riparazione.

Serrotti e Brunori accostati all'Arezzo

Parlare di 'idea Serrotti' non è un azzardo. Matteo Serrotti, classe 1986, dopo l'annata con l'Arezzo agli ordini di Alessandro Dal Canto non aveva trovato l'intesa con il Cavallino decidendo di seguire il tecnico a Siena. A gennaio di quest'anno il passaggio alla Reggiana con vittoria dei playoff e salto in serie B. Nonostante l'accordo fino al 2021 ecco la rescissione di contratto. Serrotti è libero da agosto e il suo nome era già tornato di moda ad ottobre. L'Arezzo poi virò su altri profili. Adesso il nome sembra essere tornato in auge se, come sembra, il Cavallino vorrà rinforzare la mediana.

Di certo gli amaranto cercano un difensore oltre a Karkalis, terzino mancino e all'occorrenza centrale di difesa. L'identikit sarebbe quello di un destro, magari anche lui in grado di giocare al centro. La priorità resta quella di un attaccante. È circolato il nome di un altro ex come Matteo Brunori, di proprietà della Juventus fino al 2024 e in prestito alla Virtus Entella, ma il calciatore è destinato a restare in serie B.

L'Arezzo complice l'infortunio di Pesenti e la volontà di far crescere con calma e a dovere Zuppel, senza sobbarcarlo di responsabilità, punta a due attaccanti. Prima di tutto però ci sarà da rescindere, o comunque trovare sistemazione non solo ai giocatori inseriti nella lista dei 24 e utilizzati con il contagocce, ma anche a coloro finiti ai margini del progetto tecnico.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo, oggi l'assemblea dei soci per ruoli e programmi. Mercato: idea Serrotti e non solo

ArezzoNotizie è in caricamento