Arezzo, adesso è crisi. Doppio Arma e Carlevaris: gli amaranto cadono ancora (0-3)

Due ingenuità difensive, un contropiede nel finale e i veneti si prendono la prima vittoria. Arezzo confusionario e mai pericoloso

Alessio Cerci si accomoda in tribuna a poche ore dalla firma con l'Arezzo che dopo il pari di Gubbio cerca un altro passo in avanti. Potenza conferma il modulo ma cambia interpreti in difesa e centrocampo. Debutta Tamma tra i pali mentre in difesa Bonaccorsi prende il posto di Mosti. A centrocampo torna Mate Maleš in tandem con Foglia: in attacco tutto confermato. La Virtus Verona, reduce da tre pareggi in altrettanti incontri, punta inizialmente sul 4-3-3. Bentivoglio è il play basso con Arma punto di riferimento in attacco.

Un cross di Nader per Pesenti che in acrobazia manda a lato. E' questa l'unica occasione degna di nota del primo quarto d'ora di gioco con l'Arezzo che dietro rischia pochissimo e che davanti trova pochi spazi per andare palla a terra. Al 15' Nader avverte una fitta alla coscia sinistra e deve lasciare il campo, al suo posto entra Mosti. Al 20' ghiotta occasione per l'Arezzo: angolo di Cutolo, torre di Baldan e Bonaccorsi sul secondo palo manda a lato disperandosi. Alla mezz'ora rischia grosso Mosti che atterra Daffara al limite dell'area rimediando il giallo. Marcandella si incarica della battuta: palla sui piedi di Arma che non controlla. L'Arezzo si salva, ma nemmeno un minuto dopo su un cross dalla sinistra arriva il gol. Arma salta senza la pressione di Bonaccorsi, Tamma non riesce a deviare con forza il pallone che sbatte sul palo ed entra in porta. Lì davanti gli amaranto non si vedono e il primo tempo si chiude senza la reazione degli uomini di Potenza, sotto di un gol.

Potenza lascia negli spogliatoi sia Bonaccorsi che Mosti, entrano Sane e Maggioni per un 4-2-3-1 che vede Merola, Cutolo e Sane alle spalle dell'unica punta Pesenti. La prima occasione della ripresa è un contropiede di Zarpellon, frutto di un disimpegno errato di Foglia, ma Luciani ci mette una pezza chiudendo in extremis. Sempre Zarpellon al quarto d'ora brucia Maggioni, entra in area dove Cipolletta lo atterra: per l'arbitro non ci sono dubbi e assegna il rigore. Arma si incarica della realizzazione e firma la doppietta. Potenza si gioca la carta Di Nardo, inserito al posto di Maleš, arretrando Cutolo in mediana. Il capitano si rende pericoloso con un tiro dal limite, l'unica occasione degna di nota nei primi venti minuti di gioco della ripresa per il Cavallino. Le speranze si affievoliscono con il passare dei minuti e scompaioni quando gli amaranto restano in dieci a causa del rosso diretto rimediato da Alessio Luciani per la reazione su Delcarro. Non accade più nulla fino al triplice fischio finale con l'Arezzo che resta fermo in coda al gruppo.

AREZZO (3-4-1-2): 12 Tamma; 3 Baldan, 19 Cipolletta, 28 Bonaccorsi (1' st 18 Sane); 16 Luciani, 8 Foglia, 4 Maleš (17' st 11 Di Nardo), 14 Nader (15' pt 2 Mosti; 1' st 15 Maggioni); 27 Merola (7' st 25 Sussi); 10 Cutolo, 32 Pesenti.
A disposizione: 22 Loliva, 9 Zuppel, 20 Bortoletti, 23 Gilli, 24 Sportelli.
Allenatore: Alessandro Potenza.
Infortunati: 5 Borghini, 7 Belloni, 21 Benucci. Non convocati: 1 Tarolli, 6 Picchi, Cerci, 17 Raja, Piu.

VIRTUSVECOMP VERONA (4-3-3): 1 Giacomel; 6 Daffara, 5 Visentin, 23 Pellacani, 15 Amadio (28' st 2 Pinto); 6 Delcarro, 7 Bentivoglio (1' st 14 Danieli), 16 Cazzola; 30 Zarpellon (38' st 20 Carlevaris), 9 Arma (24' st 11 Pittarello), 21 Marcandella (24' st 10 Danti).
A disposizione: 12 Chiesa, 3 Mazzolo, 4 Pessot, 13 De Rigo, 17 Lonardi, 28 Bridi, 32 Zecchinato.
Allenatore: Luigi Fresco.
ARBITRO: Francesco Luciani di Roma 1 (Veronica Vettorel di Latina - Rosario Antonio Grasso di Acireale). Quarto uomo: Paul Leonard Mihalache di Terni.
RETI: pt 33' Arma; st 13' Arma rig, 48' Carlevaris.
Note - Spettatori: porte chiuse. Recupero: 3' + 3'. Angoli: 1-5. Ammoniti: pt 30' Mosti; st 46' Bentivoglio, 23' Cazzola, 36' Pinto, 46' Cipolletta. Espulsi: al 31' st Luciani.

Serie C girone B - 3° giornata
Cesena - Feralpisalò 2-4
Fermana - Padova 0-1
Legnago - Triestina 3-0
Mantova - Perugia 5-1
SudTirol - Gubbio 1-1
Fano - Sambenedettese 0-2
Imolese - Carpi 2-1
Modena - Ravenna 3-0
Vis Pesaro - Matelica 2-1
La classifica

Il prossimo turno
Matelica - Modena 17/10 ore 20:45
Carpi - Arezzo 18/10 ore 15:00
Fano - Imolese 18/10 ore 15:00
Gubbio - Cesena 18/10 ore 15:00
Sambenedettese - Mantova 18/10 ore 15:00
Triestina - Ravenna 18/10 ore 15:00
Virtusvecomp Verona - Vis Pesaro 18/10 ore 15:00
Feralpisalò - SudTirol 18/10 ore 17:30
Padova - Legnago 18/10 ore 17:30
Perugia - Fermana 18/10 ore 17:30

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento