rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Calcio

L'Arezzo insegue il tris di vittorie. Attacco pesante contro lo Scandicci

Dopo i successi con Poggibonsi e Pro Livorno, gli amaranto vogliono allungare la serie. Torna Pizzutelli, in avanti il tridente Calderini-Persano-Cutolo

Dopo aver battuto Poggibonsi e Pro Livorno, l'Arezzo domani proverà a prendersi i tre punti per la terza volta di fila. L'impresa in stagione è stata centrata soltanto una volta, a cavallo di novembre e dicembre, quando la squadra con Sussi in panchina mise sotto Pro Livorno (2-1), Pianese (2-0) e Cannara (2-0 in trasferta)

Adesso, a cinque giornate dalla fine e con quindici punti in palio, c'è il terzo posto da blindare. Gli obiettivi dell'Arezzo sono chiari per il finale di stagione e si allungano fino al 22 e 29 maggio, quando si giocheranno semifinale e finale play-off.

L'ultima striscia di risultati, spezzata solo dalla sconfitta sul campo della capolista San Donato, ha ridato slancio alle ambizioni per un epilogo positivo dell'annata. Con lo Scandicci c'è un altro crocevia da affrontare nel modo giusto, cosa che Marco Mariotti sa molto bene, coem emerso in conferenza stampa“Troveremo un avversario spensierato, che ha quasi raggiunto la salvezza e che può giocare senza assilli. Nell'ultimo turno ha battuto il Gavorrano, quindi sappiamo che non c'è da sottovalutare niente. Resto comunque fiducioso, come sono sempre stato. I ragazzi si sono allenati bene e questo mi rassicura”.

Confermato il tridente in attacco con Calderini (17 gol stagionali, 11 in amaranto), Persano (6) e Cutolo (4), elementi di qualità che stanno spostando la bilancia dalla parte giusta. Con loro tre davanti, il quarto under andrà inserito in mediana e lì se la giocano Lazzarini, Mancino e Marras, con il primo in vantaggio per questione di caratteristiche.

Dietro ci sono ballottaggi aperti sia per il ruolo di centrale che per quello di terzino sinistro, mentre a destra dovrebbe toccare a Campaner.

Lo Scandicci, reduce dal mercoledì di Coppa in Sardegna (eliminazione ai rigori sul campo della Torres), verrà al Comunale con il solito 352 coriaceo e dinamico. Mister Rigucci ama pressare alto, quindi l'Arezzo dovrà prepararsi a uscire dalla propria metà campo con idee chiare e giocate precise, altrimenti potrebbe andare in difficoltà.

Per gli amaranto sarà la prima gara del trittico settimanale: mercoledì è in calendario la trasferta sul sintetico di Piancastagnaio, domenica prossima la gara interna con il Cannara.

“Niente turn over mirato – ha detto Mariotti. Pensiamo a una gara per volta, abbiamo anche tanti diffidati e quindi sceglierò la formazione in base alle indicazioni del campo. Ma i nostri obiettivi non cambiano”.

Domani la squadra giocherà con il lutto al braccio in memoria dell'ex vicepresidente Aldo Fabbriciani, scomparso lo scorso 14 aprile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Arezzo insegue il tris di vittorie. Attacco pesante contro lo Scandicci

ArezzoNotizie è in caricamento