Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arezzo-Triestina, parla Camplone: "Ripartiamo dal secondo tempo di Macerata". Così in campo

Ripartire dal secondo tempo di Macerata con un Arini in più. Camplone conferma il 4-2-3-1 e mette in guardia da Lodi e compagni

 

C'è la bestia nera Triestina sulla strada dell'Arezzo. Una squadra costruita per i primi posti della classifica contro un Arezzo che cerca passi in avanti e soprattutto di iniziare a far valere il fattore campo.

Mister è bene ripartire dal secondo tempo di Macerata, con lo stesso atteggiamento.

"Dobbiamo ripartire da quel punticino che ci ha portato autostima e tranquillità che ci fa credere un po' di più in noi - commenta Camplone - non sarà facile domani perchè affronteremo una squadra forte e attrezzata per vincere il campionato. Giocheremo in casa e dovremo metterci qualcosa in più sul piano del carattere e della fisicità. Veniamo da una settimana regolare di lavoro e anche questo dovrà essere un punto di forza per provare a impensierire questa Triestina".

Cipolletta ha rescisso, mentre Cerci come sta oltre ai nuovi acquisti?

"Melgrati si è allenato regolarmente con noi tutta la settimana e siamo in attesa del transfer. Se arriverà sarà della partita altrimento no. Cerci ha rimediato una botta contro il Matelica e ieri è stato a riposo in via precauzionale. Arini invece non gioca da tempo ma si è sempre allenato e vedremo se potrà giocare dall'inizio o a partita in corso".

Sarà ancora 4-2-3-1?

"In questo momento sì perchè abbiamo pochi centrocampisti. Stiamo comunque cercando qualcosa di diverso perchè tutte le squadre devono saper giocare con almeno due moduli. Non mi piace mettere dentro giocatori che poi devono giocare un po' a caso".

Mancherà Sarno, ci sarà Lodi. Che tipo di avversario si aspetta?

"Ciccio Lodi è imprevedibile e anche se a fine carriera è un lusso per la categoria. Poi ci sono Rizzo e Ligi, altri giocatori che ho allenato. Una squadra davvero importante che farà bene. Dovremo essere bravi, sempre concentrati sul pezzo per metterla in difficoltà".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento