Giovedì, 18 Luglio 2024
Calcio

Arezzo, pista svizzera per la difesa: piace Del Fabro. Pressing sul bomber Morra

Classe 1995, il centrale originario della Sardegna gioca in Super League con l'Yverdon. In attacco il nome più caldo è quello dell'attaccante del Rimini. Parigi e Ogunseye le alternative

Serve anche un difensore centrale per completare il reparto arretrato e c'è un nome nuovo per l'Arezzo oltre a quello di Matteo Gilli (1997) del Picerno. Si tratta di Dario Del Fabro, classe 1995, originario di Alghero e cresciuto nel settore giovanile del Cagliari, con cui ha collezionato 6 apparizioni in serie A a inizio carriera. Considerato un grande talento quando era un ragazzino, ha mantenuto solo in parte le promesse, anche se il curriculum è di buon livello. Attualmente gioca in Super League in Svizzera con la maglia dell'Yverdon ed è reduce da una stagione in cui ha collezionato 31 presenze. Alto un metro e 90, di piede destro, la sua annata migliore l'ha vissuta a Pisa, in serie B, nel 2016/17: 34 presenze tutte da titolare. Nel cv anche Cittadella e tante esperienze all'estero: in Scozia con il Kilmarnock, in Olanda con il Den Haag, in Belgio con il Seraing. Del Fabro è sotto contratto per altre due stagioni e la trattativa non è semplice ma l'Arezzo ci prova.

Per quanto riguarda l'attacco, il profilo più caldo è sempre quello di Claudio Morra (1995). Nella lista di Troise, il centravanti del Rimini è al primo posto e il ds Cutolo proverà fino alla fine a portarlo in amaranto, confidando sul rapporto umano che lega l'allenatore e il bomber (20 gol l'anno passato). Le difficoltà sono di vario tipo. Innanzitutto c'è un contratto che lega il giocatore ai romagnoli fino al 2026, anche se la clausola rescissoria da circa 100mila euro consentirebbe all'acquirente di prendere Morra senza colpo ferire. Per questo il club biancorosso ha già messo sul tavolo una proposta di allungamento e adeguamento, che giovedì sarà analizzata in un incontro fissato tra la dirigenza e l'entourage dell'attaccante. L'intenzione del Rimini è disinnescare la corte di Benevento, Catania e Vicenza, disposte a investire una cifra ragguardevole. La notizia è che anche l'Arezzo sta preparando l'assalto per una operazione che, tra clausola e ingaggio pluriennale, potrebbe essere di poco inferiore al milione di euro.

Se Morra saltasse, Cutolo dovrà trovare un'alternativa, fermo restando l'identikit dell'obiettivo e cioè un centravanti con il fiuto del gol, bravo in area ma abile a giocare anche fuori. Giacomo Parigi (1996), legato all'Arzignano fino al 2025, non è uscito dai radar, mentre potrebbe rientrarvi Roberto Ogunseye (1995), inseguito senza successo un'estate fa e poi finito al Cesena, a cui è legato per un'altra stagione. In B rischia di trovare meno spazio e per questo torna a essere un elemento su cui i club di C più ambiziosi stanno mettendo gli occhi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo, pista svizzera per la difesa: piace Del Fabro. Pressing sul bomber Morra
ArezzoNotizie è in caricamento