Pieroni non si abbatte: "Sono e resto fiducioso. Questo gruppo ha qualità importanti"

"Sarei stato molto più preoccupato se fossimo andati sotto di tre gol riuscendo comunque a recuperare” spiega il direttore del Cavallino.

Non si lascia abbattere Ermanno Pieroni dal 3-3 maturato negli ultimi sette minuti del derby. "Sono un uomo di calcio abbastanza esperto per analizzare con equilibrio e lucidità l'esito di questa partita - spiega il direttore generale - fino all'85'  l'Arezzo aveva giocato alla grande questa sfida annichilendo l'avversarioI ragazzi si sono espressi in maniera straordinaria".

Poi il blackout che è costato due punti e la delusione che si legge nei volti di tifosi e giocatori. "Ho incrociato Cutolo e Foglia nel tunnel degli spogliatoi ed è inutile dirvi quanto fossero amareggiati - aggiunge Pieroni - a loro come al mister e agli altri giocatori ho detto che sono contentonel limite del possibileperchè la squadra ha mostrato un bel gioco e si è espressa bene. Sarei stato molto più preoccupato se fossimo andati sotto di tre gol riuscendo comunque a recuperare”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C'è anche materiale per moviola anche se il diggì spiega di non cercare alibi. "Voglio rivedere i due rigori concessi al Siena e non so se la posizione di partenza di Pedrelli, che ha messo in mezzo il pallone da cui è nato il 3-3, fosse regolare. Non cerco alibi e non mi attacco agli episodi. Non siamo riusciti a ottenere i tre punti però va analizzata la prova della squadra nel suo complesso. Era impossibile immaginare sul 3-0 che potesse arrivare la risposta del Siena. Io però resto fiducioso perché ci sono qualità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dilettanti pronti allo stop: "Se il protocollo è questo meglio fermarsi"

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

  • Coronavirus in provincia di Arezzo: +13 casi. Quasi tutti in città

  • Tremendo schianto lungo la regionale 71: ragazzina di 12 anni travolta da un'auto

  • 7 castelli e ville storiche della provincia di Arezzo che domenica aprono le proprie porte (gratis)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento