menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Samb ferma l'Arezzo (2-3). Comunale 'stregato' per il Cavallino

Amaranto ko nel terzo impegno in sette giorni. La Samb avanti due volte e sempre ripresa, ma nella ripresa D'Angelo fissa il punteggio

Il Comunale resta 'stregato'. L'Arezzo si ferma e cade non meritando la sconfitta contro una Sambenedettese che ha saputo approfittare delle lacune degli amaranto.

Dopo 32 giorni l'Arezzo tornava a giocare in casa. Tanto è passato dal pari con la Triestina prima del focolaio Covid. Camplone conferma il 4-3-3 dopo la vittoria di Imola, in quello che è il terzo impegno in sette giorni, con l'unica novità di Cherubin al posto di Baldan. Per il resto tutto inviariato rispetto a sabato scorso. Zironelli dall'altra parte risponde con un 3-4-1-2. La novità è Botta che si piazza tra le linee, alle spalle di Lescano e Nocciolini. Maxi Lpez parte dalla panchina.

È un avvio di partita vivace. La Samb gioca in velocità palla a terra, l'Arezzo aspetta cercando le sponde di Zuppel e la fantasia di Belloni e Cutolo.Al 5' episodio dubbio in area ospite: cross di Luciani, Belloni trattenuto cade in area ma l'arbitro lascia correre. La Samb passa all'11' su una disattenzione dell'Arezzo. Sugli sviluppi di un corner Malotti si avventa sulla respinta servendo Botta dall'altra parte che entra in area, salta Zuppel e batte Sala per il vantaggio. L'Arezzo però risponde subito. Zuppel si riscatta, prende palla dal limite e lascia partire un tiro sul quale Nobile lascia a desiderare. L'Arezzo prende coraggio e al 24' Luciani strappa applausi al termine di un'azione corale con un diagonale che Nobile smanaccia. Non è giornata per i portieri e una prova è il raddoppio della Samb. Cutolo viene anticipato e gli uomini di Zironelli ne approfittano con Lescano che evita il fuorigioco e, agevolato da una deviazione di Cherubin, supera Sala. L'Arezzo, però come accaduto in precedenza, risponde subito. Sponda di Zuppel in area per Bortoletti che si inserisce e mette la palla nell'angolino basso.

Camplone toglie Zuppel e manda dentro Pesenti ad inizio ripresa. La prima occasione è della Samb con Botta che al termine di una ripartenza calcia di potenza da buona posizione, ma questa volta Sala strappa applausi volando per deviare in corner. L'Arezzo insiste, soprattutto con Di Paolantonio che fa girare la squadra, ma gli amaranto rischiano qualcosa sulle ripartenze. Come al 63' quando Maxi Lopez si ritrova il pallone sui piedi da buona posizione ma Sala blocca a terra. L'Arezzo fa tutto bene fino alla trequarti poi pecca negli ultimi metri almeno fino al 78' quando Pesenti al termine di un contropiede serve Cutolo al centro, pallone leggermente lungo per il capitano e la Samb si salva. All'80' gli ospiti però ritrovano il gol. Botta su una punizione dalla sinsitra mette al centro per D'Angelo che di testa sul secondo palo insacca la respinta corta della difesa amaranto. L'Arezzo potrebbe replicare subito: Cutolo mette al centro per Pesenti che da due passi manda a lato. La reazione è caotica e non produce effetti. A tre giorni dalla vittoria di Imola il Cavallino si ferma e deve fare mea culpa con il Comunale che resta tabù.

AREZZO (4-3-3): 1 Sala; 16 Luciani, 29 Kodr, 33 Cherubin, 21 Benucci; 34 Arini, 31 Di Paolantonio (40' st 17 Di Nardo), 20 Bortoletti (21' st 8 Foglia); 10 Cutolo, 32 Zuppel (1' st 9 Pesenti), 7 Belloni (21' st 25 Sussi).
A disposizione: 22 Loliva, 30 Gagliardotto, 3 Baldan, 4 Maleš, 5 Borghini, 6 Soumah, 15 Maggioni.
Allenatore: Andrea Camplone.
Infortunati: Picchi. Non convocati: 11 Cerci, 14 Nader, 18 Sane, 24 Sportelli, 27 Merola, 28 Bonaccorsi, 36 Karkalis, Piu, Raja Sakho, Tamma.

SAMBENEDETTESE (3-5-2): 22 Nobile; 15 Cristini, 4 D'Ambrosio, 5 Enrici (22' st 6 Di Pasquale); 27 Masini, 19 Mawuli, 23 Angiulli (40' st 30 De Ciancio), 14 Malotti (40' st 33 Liporace); 10 Botta; 32 Lescano (22' st 16 D'Angelo,), 9 Nocciolini (13' st 11 Maxi Lopez).
A disposizione: 1 Laborda, 2 Biondi, 8 Chacon, 17 Rocchi, 20 Serafino, 21 Mehmetaj, 29 Lavilla.
Allenatore: Mauro Zironelli.
ARBITRO: Matteo Gualtieri di Asti (Giuseppe Trischitta di Messina - Emilio Micalizzi di Palermo). Quarto uomo: Ermanno Feliciani di Teramo.
RETI: pt 11' Botta, 13' Zuppel, 31' Lescano, 34' Bortoletti; st 36' D'Angelo.
Note - Spettatori: partita a porte chiuse. Recupero: 0' + 4'. Angoli: 5-5. Ammoniti: pt 30' Benucci; st 13' Arini, 27' Botta, 35' Luciani, 42' Camplone.

La classifica

Il prossimo turno
Legnago - Cesena 05/12 ore 15:00
Matelica - Gubbio 05/12 ore 15:00
Modena - Fermana 05/12 ore 15:00
Arezzo - SüdTirol 06/12 ore 15:00
Ravenna - Padova 06/12 ore 15:00
Triestina - Sambenedettese 06/12 ore 15:00
Virtusvecomp Verona - Carpi 06/12 ore 17:30
Feralpisalò - Mantova 06/12 ore 17:30
Perugia - Imolese 06/12 ore 17:30
Vis Pesaro - Fano 06/12 ore 17:30

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

social

L'opera in cui c'è la città di Arezzo dietro al Cristo crocifisso. E la storia della chiesa che la ospita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Anche a Monte San Savino si può firmare per la "Legge antifascista"

  • Psicodialogando

    I 7 segnali della violenza psicologica nella vita di coppia

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento