rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Calcio Via Antonio Gramsci

Scadenze federali saldate, adesso l'organigramma. Monaco più lontano dall'Arezzo

Pino Monaco sempre più lontano da viale Gramsci. In arrivo una nuova nomina dopo quella di Francesco Manzo come vicepresidente

Hanno esultato e non poco in tribuna vip ieri pomeriggio al pari di Cutolo. Un gol in pieno recupero che solo i pochi spettatori presenti sugli spalti hanno potuto vedere, assieme ovviamente a chi era in campo. Il tocco del capitano e la palla che varca la linea di porta sono stati oscurati da una testa e dall'esultanza di un dirigente amaranto o comunque ospite del club amaranto. Ieri pomeriggio in tribuna erano presenti i rappresentanti della Mag Servizi Energia, a partire da Francesco Manzo, e Fabio Gentile. Assieme a loro anche l'amministratore Selvaggio. Unico assente il presidente Pino Monaco. Il dirigente a dire il vero ha saltato anche la sfida con il Modena. Si parla di impegni personali e professionali, ma dalle parti di viale Gramsci c'è chi parla di un Monaco sempre più lontano dall'Arezzo.

Che all'orizzonte ci sia un rimpasto all'interno dell'organigramma è cosa ormai nota. Di fatto è iniziato con l'addio di Fabbro, sollevato dal cda, proseguito con la nomina a vicepresidente di Francesco Manzo, fratello di Guglielmo, che tramite la Mag Servizi Energia ha rilevato il club la scorsa estate. La sensazione è quella appunto che la Mag e in particolare la famiglia Manzo voglia seguire più da vicino l'investimento in terra aretina. Da qui passa il ruolo ancor più operativo di Francesco Manzo che ha in Roberto Muzzi un consulente di mercato, vicino ad una sorta di direttore sportivo in pectore.

È chiaro che a breve dovranno arrivare novità perchè l'Arezzo al momento è privo di un direttore sportivo ma anche di un direttore generale. Figure che la proprietà dovrà valutare e inserire (soprattutto quella del direttore sportivo) entro fine anno anche per norme federali. Ad ogni modo i due ruoli saranno presto ricoperti e non è da escludere anche un legame con qualche aretino in determinati spazi dell'organigramma per favorire anche la nascita di ulteriori rapporti con la città.

Ma a proposito di scadenze federali c'è da sottolineare un aspetto. Ieri era scadeva il termine per il pagamento della scadenza del 16 dicembre, tra cui anche alcune voci rimandate e legate alla passata stagione. L'Arezzo ha saldato il tutto nei termini stabiliti senza alcun assillo o affanno spostando nuovamente l'attenzione sulle questioni di campo e l'organigramma con alcune novità che sono attese a breve.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scadenze federali saldate, adesso l'organigramma. Monaco più lontano dall'Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento