Ragatzu-Arezzo: il punto sulla trattativa. Kodr per la difesa, ma c'è da sfoltire

Trattativa non semplice per la punta ma il Cavallino ci prova poi pensa a tagliare. Infermeria affollata tra problemi fisici e positività al Covid

Daniele Ragatzu, ha lasciato il Cagliari [foto Calcio Casteddu]

La nuova settimana si apre come si era chiusa la precedente, ovvero con i riflettori puntati sul mercato. Dopo gli innesti di Mariano Arini, Riccardo Melgrati e Alessandro Di Paolantonio, il Cavallino a ore annuncerà anche Marek Kodr. Il classe 1996, di nazionalità ceca, è un difensore centrale che ha nella fisicità uno dei suoi punti di forza. Alto 192 cm, scuola Slavia Praga, ha già svolto le visite mediche lo scorso venerdì. Manca solo il comunicato stampa della firma. E' chiaro che l'arrivo di un difensore centrale potrebbe di fatto mettere a tacere i rumors su Thomas Heurtaux (1988) seguito nelle scorse settimane e finito nel mirino anche del Foggia.

Non si placano invece i rumora su Daniele Ragatzu (1991). Di certo al momento c'è che l'Arezzo ha avuto dei contatti con il giocatore e il suo agente mettendo sul tavolo un'offerta interessante sia sul piano economico che su quello del progetto tecnico. Su Ragatzu, uno che contro l'Arezzo ha timbrato due volte il tabellino dei marcatori mettendo a segno anche due assist, ci sono le sirene della serie B. L'attaccante, seconda punta o trequartista, piace a Brescia e Spal, con il Monza che aveva sondato il terreno. Ma occhio all'Olbia. Ragatzu con i bianchi ha messo insieme 105 presenze e 35 gol passando dalla Lega Pro alla serie A grazie al Cagliari (13 presenze e un gol in massima serie). Basta e avanza per spiegare il legame con la maglia dei bianchi, sono legati a doppio filo al Cagliari. L'Arezzo è sul pezzo, ma la trattativa va monitorata costantemente. Intanto Yusupha Bobb (1996), arrivato in prova all'inizio della scorsa settimana, non sarà messo sotto contratto.

L'Arezzo, oltre agli acquisti, deve sfoltire sia per esigenze logistiche e numeriche, sia perchè la regola delle liste bloccate a 24 elementi parla chiaro. Un solo calciatore che fa parte di questo elenco può essere sostituito in caso di infortunio. Se invece si vuole attingere dall'elenco degli svincolati prima si mette sotto contratto il giocatore poi tramite rescissione di uno dei 24 si può procedere con il cambio. Per il portiere il regolamento è diverso e 'più libero'. Ad ogni modo Melgrati è destinato ad essere il titolare, Tarolli ad oggi pare essre la prima scelta seguito da Loliva. Da valutare la posizione di Tamma, in tribuna per scelta tecnica nelle ultime due partite.

Infermeria affollata e tamponi. Il programma di allenamento

Ieri mattina l'Arezzo si è allenato. Lavoro di scarico per chi ha giocato dal primo minuto con la Triestina, seduta più impegnativa per tutti gli altri. In gruppo si è rivisto Belloni, tornato dopo le cure presso un centro specializzato per via della pubalgia. Oggi giornata di riposo, da valutare le condizioni dei calciatori usciti acciccati dalla sfida con la Triestina. Il portiere Tarolli a causa di un colpo alla testa è dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso del San Donato. Per Baldan si parla di un problema al ginocchio destro mentre per Pesenti di un fastidio al quadricipite.

In isolamento Sane e Bonaccorsi, oltre al preparatore dei portieri Marco Onesti e quello atletico Salvatore Lalinga, risultati positivi al Covid. Nuovo test a ore per Andrea Camplone, il cui tampone ha dato esito incerto. Per quanto riguarda gli allenamenti domani la ripresa è in programma sul campo Lebole che ospiterà per la prima volta in stagione, terminati i lavori, gli amaranto. Mercoledì doppia seduta, quindi allenamento singolo giovedì, venerdì e sabato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento