Dopo Ventola arriva anche di Grazia. Centravanti: piace Perez e non solo

Merola piace a Grosseto e Cavese, Bortoletti e Baldan in uscita. Per l'attacco rosa di nomi con Perez in pole position

Leonardo Perez [foto gianlucadimarzio.com]

Inizia la seconda settimana di mercato e per l'Arezzo gli imperativi sono due: sfoltire e trovare il centravanti, anzi un altro centravanti dopo l'arrivo di Carletti. Due compiti non semplici perchè il mercato di C già stagnava prima del Covid, figurarsi adesso. Ad ogni modo il Cavallino deve piazzare i giocatori non idonei al progetto tecnico, oltre ai prestiti. Per il centravanti il discorso è più complesso. Oltre alle pretese economiche la posizione di classifica non è un bel biglietto da visita e chi magari ha già segnato o è prossimo alla doppia cifra ambisce come minimo ad una zona playoff se proprio riuscisse a partire.

Detto questo nelle ultime una vera e propria rosa di nomi è accostata al Cavallino che nelle prossime ore ufficializzerà l'ingaggio del terzino destro Christian Ventola (1997) a titolo definitivo con un triennale, e quello di Andrea Di Grazia (1997) esterno offensivo a titolo temporaneo. Entrambi i giocatori arrivano dal Pescara.

Calciomercato invernale Arezzo 2020/2021 | Acquisti, cessioni e obiettivi

La rosa di nomi per il centravanti

Dopo Carletti, che si sta allenando per mettersi alle spalle lo stop dovuto al Covid, il Cavallino cerca un'altra prima punta. Tra i nomi seguiti dall'Arezzo c'è Leonardo Perez. Italoargentino classe 1989, Perez è cresciuto nel Genoa prima di vestire le maglie di Gubbio, Pisa, Giulianova, Cittadella, Ascoli, Cosenza, Piacenza e Virtus Francavilla a cui è legato da un acordo fino al 2023. Un totale di 90 presenze e 10 reti in serie B, oltre 140 partite in serie C con 38 gol. Un giocatore che in estate, dopo le 12 reti con la maglia della Virtus Francavilla era finito nel mirino del Catanzaro. Impiegato anche come seconda punta ha segnato fin qui due gol. Secondo alcuni potrebbe essere in pole position anche se dalla Puglia fanno sapere di non avere dettagli su una possibile trattativa in corso.

Un altro profilo da seguire è quello di Eric Lanini, prodotto del vivaio della Juventus ma attualmente di proprietà del Parma che lo ha girato al Novara. Classe 1994, Lanini ha vestito anche le maglie di Padova e Imolese in carriera segnando 31 reti in oltre 100 presenze in C.

C'è poi Jefferson (1988) ex Viterbese in uscita dal Padova, oppure Cedric Gondo (1996), originario della Costa d'Avorio, che dopo il vivaio della Fiorentina si è messo in luce con il Rieti allenato all'epoca da Eziolino Capuano. Di proprietà della Lazio si trova al momento in forza alla Salernitana. Ci sono poi i profili di giovani attaccanti come Miloš Bočič, un classe 2000 di proprietà del Pescara di cui si parla un gran bene.

I movimenti in uscita

Nelle ultime ore ha preso quota la pista Grosseto per Davide Merola. Il giocatore è in prestito dall'Empoli assieme a Sakho e può tornare agli azzurri per poi essere girato nuovamente in C. Tra l'altro per Merola si parlava di un interesse di Cavese e Potenza. Da Piacenza continuano ad arrivare rumors circa Bortoletti e Baldan. Il difensore era stato accostato anche a Potenza e Livorno, ma i labronici devono risolvere il problema della fideiussione. Tornando ai prestiti possono partire Sane e Sportelli. Gilli è prossimo al Bisceglie dove ritroverà Loliva. Anche per Benucci si parla di una cessione a titolo temporaneo mentre è da decifrare il futuro di Tamma e Maestrelli così come quello di Raja. Smentito l'interesse per Calcagni del Matelica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Marito e moglie fermati da finti militari, picchiati e rapinati

  • "Pettorina finta e Glock in mano, così ho capito che non erano carabinieri". Il vocale che svela i trucchi della banda dell'Audi bianca

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento