Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Verso Arezzo-Juve U23, Di Donato: "Tante assenze ma niente alibi. Riprendiamo il cammino"

Si allunga l'elenco degli indisponibili in casa Arezzo, ma mister Di Donato non cerca alibi

 

L'elenco degli indisponibili si allunga in casa Arezzo. Dopo Sereni, Burzigotti, Zini, Corrado e Dell'Agnello ecco anche Volpicelli e Picchi ai box oltre allo squalificato Pissardo. Daniele Di Donato però non vuole e non cerca alibi alla vigilia della sfida con la Juventus Under 23, in programma per domani alle 20:30 al Comunale.

Mister è passata la rabbia per il risultato di Crema?

"La rabbia è passata già domenica sera - risponde Di Donato - perchè dovevamo subito pensare a questa partita con la Juventus. E' una partita importante dove dobbiamo venirne a capo".

Borghini come sta e quali sono i giocatori indisponibili?

"Diego si sottoporrà domani ad una risonanza non sappiamo ancora quanto sarà lungo il suo stop - prosegue Di Donato - mancheranno ancora Sereni, Burzigotti, Zini e Dell'Agnello che ha un problema alla spalla. Resterà ancora fuori Corrado così come Volpicelli. Assente anche Picchi per quel fastidio muscolare che ha accusato domenica a Crema. Non cerco alibi perchè ho la fortuna di allenare un gruppo importante di ragazzi che daranno il cento per cento".

Quanto cambierà la formazione titolare di domani rispetto a quella vista a Crema?

"Ci saranno tre o quattro avvicendamenti perchè domenica giocheremo ancora. Debutterà Gori un ragazzo che ha mostrato non solo doti tecniche ma anche un atteggiamento giusto che può esserci utile".

Che avversario si aspetta?

"Ha cambiato alcuni moduli passando dal 4-3-1-2 al 4-2-3-1 anche se credo che domani potrebbe giocare con un sistema simile al nostro. E' una squadra fisica e tecnica. Dovremo portare in campo la giusta dose di rabbia con la quale siamo usciti dal terreno di gioco di Crema".

I gruppi organizzati domani non entreranno per protesta contro le squadre B, pensa che uno stadio con una atmosfera più ovattata possa incidere sul risultato finale?

"I nostri tifosi si sono sempre stati vicini a Crotone come a Crema. Il loro calore lo abbiamo sente avvertito. Rispettiamo la loro decisione e siamo sicuri che da fuori ci spingeranno verso i tre punti".

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento