Calcio Via Antonio Gramsci

Manifesto per il futuro dell’Arezzo: i 5 punti cardine del 10 Settembre

ripescaggio, squadra competitiva, trasparenza, comunicazione e non solo. I punti del manifesto del 10 Settembre affisso allo stadio

Ripescaggio ad ogni costo, progetto serio, squadra competitiva e legame con la piazza. Sono i cinque punti cardine del manifesto per il futuro dell’Arezzo che il gruppo 10 Settembre 1923 ha lasciato come monito alla società ai cancelli di viale Gramsci.

'Dopo l’ultima disastrosa stagione esigiamo un cambio di passo da parte della dirigenza' scrivono i ragazzi del tifo organizzato snocciolando poi i punti cardine sui quali deve lavorare e ripartire il Cavallino.

Percorrere la strada del ripescaggio, redigere un progetto serio e chiaro con persone 'giuste nei ruoli cardine' definendo subito gli obiettivi perché 'senza programmazione non si va da nessuna parte'. Quindi allestire una squadra competitiva. 'Se sarà serie D vincere il campionato è l’obiettivo minimo', ma anche ripartire dal settore giovanile investendo sulle strutture. E per finire, per coltivare il legame con la piazza, la richiesta di 'maggiore trasparenza e una migliore comunicazione coi tifosi e con la città'.
10Settembre1923_manifesto_Arezzo_maggio_2021

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifesto per il futuro dell’Arezzo: i 5 punti cardine del 10 Settembre

ArezzoNotizie è in caricamento