Martedì, 22 Giugno 2021
Calcio Via Antonio Gramsci

Arezzo, il nuovo organigramma: De Vito dg dell'area sportiva, Muzzi responsabile del vivaio. A giorni la firma del mister

De Vito direttore generale dell'area sportiva, Manzo dg di quella amministrativa e Muzzi al vivaio. Il nuovo organigramma dell'Arezzo che presenterà a giorni il mister. Ritiro a due passi dalla città

Fabio Gentile presidente, Sabatino Selvaggio amministratore delegato, Guglielmo Manzo direttore generale dell'area amministrativa, Roberto Muzzi consigliere e responsabile del settore giovanile, quindi Enzo De Vito direttore generale dell'area sportiva. Ecco il nuovo organigramma dell'Arezzo calcio presentato questa mattina. Una conferenza stampa che oltre a tornare sugli errori che hanno portato alla retrocessione ha portato l'attenzione sul futuro con la scelta dell'allenatore che sarà presentato la prossima settimana e sul ritiro che verrà svolto non lontano da Arezzo.

Ore 12:25 - Sul tema allenatore: "La prossima settimana verrà presentato l'allenatore. Ha esperienza e voglia per la serie D, ma può allenare anche in Lega Pro. Il ritiro? Sarà vicino ad Arezzo e durante la stagione il giovedì porteremo la squadra in provincia. La rosa? proveremo a tenere i giovani, ma serve gente di categoria e non possiamo prendere le figurine".

Ore 12:10 - È il turno di De Vito: "Muzzi lo sento più ora di prima, per lui è aumentato il lavoro dovrà seguira l'academy e non solo. Non mi aspettavo dopo aver messo insieme 21 punti nel girone di ritorno di non partecipare ai playout. Nelle prime sette partite del girone di ritorno abbiamo fatto due punti ed è stato troppo poco. I fatti non ci sono stati? È così, ma 21 punti dal mio arrivo se ci fossero stati anche prima - ma di questo non voglio parlare - avremmo potutto parlare di una squadra ai playout. Dobbiamo però essere realisti. Ad oggi l'Arezzo è in D e dobbiamo lavorare per restare qui il meno tempo possibile. Sbandierare di voler vincere il campionato non serve, serve solo lavorare. So che c'è poca fiducia, ho visto gli striscioni dei tifosi e non solo, ma a volte grandi opere partono da difficoltà e da poca fiducia degli altri. Sono un uomo di calcio che vuole una possibilità di poter lavorare e dimostrare di poter fare bene per l'Arezzo. La mia riconferma? Non si scappa dove non si è riusciti a raggiungere un obiettivo. Dall'esperienza negativa avuta si deve capire gli errori per ripartire, come fa qualsiasi allenatore che retrocede poi riparte con una nuova sfida. Così faccio io prendendomi questa responsabilità".

Ore 12:01 - Rompe il ghiaccio l'ad Selvaggio: "Presentiamo anche il futuro della società. Non volevamo certo programmare la serie D pensando a questa data. Ancora oggi chiedo scusa ai tifosi per quanto accaduto. Il loro comportamento è stato ineccepibile, sempre al fianco della squadra. Siamo vigili per valutare il futuro, per capire se esiste il presupposto per il ripescaggio. Non è semplice parlare del fallimento sportivo, ma oggi vogliamo presentare quello che sarà il futuro. Dal punto di vista societario è stato importante: abbiamo varato e deliberato un aumento di capitale di 1,2 milioni di euro permettendo di consolidare la società. Questa operazione ci permette di raffozzarci sul piano operativo dello sviluppo. Costruiremo una squadra per vincere la D, ma pronta per la Lega Pro. Potremo però sviluppare un settore giovanile in cui crediamo molto e nelle prossime settimane ci saranno sviluppi in merito. Sarà una colonna per la parte sportiva e per il legame con la città. Il vivaio sarà gestito da Roberto Muzzi e i risultati di quanto fatto a livello giovanile nell'ultima stagione lo stiamo già vedendo. Abbiamo suddiviso l'Arezzo in due settori. L'area amministrativa avrà Guglielmo Manzo come dg, mentre l'area sportiva avrà in De Vito il nuovo dg".

Ore 12:00 - Inizierà a minuti la conferenza stampa dell'Arezzo. A parlare saranno l'ad Selvaggio ed Enzo De Vito, nuovo direttore sportivo dell'Arezzo. Rispetto a quanto comunicato nella convocazione del club, sarà questo il nuovo ruolodell'ex Genoa.

Ore 7:00 - Impossibile non parlare anche del passato perché la ferita è davvero fresca e fa ancora male. Eppure la conferenza convocata alle 12 dall'Arezzo prova a guardare al futuro. Al tavolo principale siederanno l'amministratore delegato Sabatino Selvaggio ed Enzo De Vito, nella prima giornata con una nuova veste o per meglio dire ruolo. Già perché non sarà più responsabile dell'area tecnica, ma più uomo mercato, un direttore sportivo a tutti gli effetti. Una nomina arrivata dopo le riunioni nella Capitale che hanno optato per questa scelta.

Da capire poi quanto è se cambierà l'organigramma negli altri ruoli, se Roberto Muzzi resterà nel giro della prima squadra, se indosserà i panni del consigliere della proprietà o del responsabile delle giovanili. Due ruoli, questi ultimi due, con i quali era stato presentato la scorsa estate e ricoperti fino all'esonero di Di Bari.

L'Arezzo illustrerà le ultimi decisioni, come ha deciso di riorganizzarsi, ma le domande spazieranno dall'ultima stagione chiusa con la retrocessione fino all'anno conferma di De Vito e Muzzi, i nuovi ruoli, arrivando alle possibilità di riammissione (o ripescaggio) fino all'allenatore con Mariotti sempre in pole.

A partire dalle 12 in diretta la conferenza stampa dal Comunale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo, il nuovo organigramma: De Vito dg dell'area sportiva, Muzzi responsabile del vivaio. A giorni la firma del mister

ArezzoNotizie è in caricamento