Arezzo, crescono i negativi: giocare con il Fano non è solo un'ipotesi. Arbitra Delrio

Tra 48 ore il dato sui positivi. Salgono le possibilità di scendere in campo con i falchetti. Arbitra il figlio dell'ex Ministro Graziano Delrio

Le quotazioni sembrano in rialzo e sono quelle che riguardano il calcio di inizio di Arezzo-Fano. Sicuramente fino a giovedì, giorno per il quale si attendono in viale Gramsci i risultati degli ultimi tamponi, è necessario usare il condizionale, ma dalle parti del Comunale emerge un cauto ottimismo sulla possibilità di scendere in campo. Da ieri sono tornati in gruppo Merola e Sane, i quali si erano sottoposti lo scorso fine settimana al tampone di controllo della Usl, che ha dato esito negativo. In queste ore torna a disposizione anche Luciani e nelle prossime, complice l'arrivo dei risultati di altri tamponi, ecco che Camplone (risultato negativo al test) potrebbe ritrovare altri big come capitan Cutolo.

Certo, poi andranno valutate le condizioni perchè 10-15 giorni passati con il Covid, al letto, e con altre priorità rispetto alla part atletica, è chiaro che restituiranno dei giocatori negativi ma non per questo idonei per giocare 90'. È evidente però che l'Arezzo agli otto elementi che si stavano allenando da giorni nella 'bolla' adesso ha unito i vari Luciani, Merola e Sane. Insieme a loro c'è anche il portiere Sala che ha siglato l'accordo con l'Arezzo per il quale manca solo l'annuncio da parte della società. Kodr, il difensore ceco arrivato a fine ottobre, è in possesso del transfer e se necessario domenica potrà essere convocato. Tra l'altro in chiave mercato va detto che il Cavallino sta pensando a colmare anche la lacuna nella corsia mancina della difesa puntando su un over.

Sono 18 i positivi dell'Arezzo. Le linee guida per la quarantena e quelle della Lega Pro

Insomma il numero dei giocatori disponibili e negativi sta piano piano raggiungendo quello delle 13 unità, tra i quali almeno un portiere, che è la conditio sine qua non per ottenere il rinvio da parte della Lega. Numeri alla mano insomma ci sono le condizioni per giocare, ma come detto va valutata la condizione atletica e soprattutto se potranno essere recuperati altri elementi. Andare contro il Fano, in quello che è uno scontro diretto, con due soli cambi è impensabile. In quel caso si farebbe largo l'ipotesi del jolly che ogni club può usare una sola volta in stagione.

Insomma, sono ore di attesa con l'Arezzo che farà il punto della situazione tra mercoledì e giovedì quando avrà il quadro completo, ovvero il risultato dei tamponi. Solo allora si potrà capire quale strada imboccare anche se quella che porta alla disputa di Arezzo-Fano è, ad oggi, quella maggiormente percorribile anche se l'ultima parola spetterà più che al campo ai tamponi.

La terna di Arezzo-Fano

Ufficializzata la terna Arezzo-Fano. Arbitro dell'incontro sarà Michele Delrio di Reggio Emilia, coadiuvato da Gianluca Matera ed Edoardo Federico Cleopazzo entrambi di Lecce. Quarto uomo Marco Marchioni di Rieti.

Michele Delrio è figlio dell'ex ministro Graziano, già sindaco di Reggio Emilia ed ex Ministro dei Governi Renzi e Gentiloni. Delrio vanta un precedente con l'Arezzo che risale alla scorsa stagione quando il fischietto emiliano diresse Arezzo-Gozzano con vittoria per 1-0 degli amaranto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

  • Nuovi assetti bancari in provincia:18 filiali Ubi passano a Bper. Tra queste anche la sede storica di Banca Etruria

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento