rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Calcio

Arezzo in campo nell'anticipo di Cannara. Adesso servono continuità e punti per la rimonta

Domani gli amaranto vanno a caccia della vittoria per accorciare le distanze dal primo posto. Mastino, acciaccato, unico dubbio in formazione. Sussi punta ancora sul 433

Continuità è la parola d'ordine per l'Arezzo. In stagione, analizzando numeri e partite, è la qualità che è mancata di più e che ha impedito alla squadra di conservare la vetta della classifica conquistata nelle prime cinque giornate. Ed è su questo che Andrea Sussi ha insistito durante la conferenza stampa di stamani, alla vigilia di una trasferta che nasconde mille insidie.

“Il Cannara viene da tre vittorie di fila, è una squadra che gioca un calcio aggressivo, fisico, sfruttando le corsie esterne con un 352 battagliero – ha detto. Brevi è un allenatore esperto che conosco bene per averci giocato insieme. In più hanno un campo più piccolo del nostro che esalta le loro caratteristiche e che ci costringerà a interpretare i novanta minuti in modo diverso rispetto al solito. Servirà determinazione per vincere i contrasti e conquistare le seconde palle. Loro, come tutti i nostri avversari, daranno il cento per cento. Noi dovremo metterci qualcosa in più e far valere le qualità che abbiamo”.

Moracci, leader difensivo, e Bazzoffia, ex amaranto che gioca da seconda punta sfruttando la sua velocità, sono i giocatori che Sussi ha indicato come i più pericolosi. L'Arezzo si disporrà ancora con il 433 e dovrà essere pronto a una gara di sacrificio, corsa e agonismo, raddoppiando sulle fasce laterali per non farsi trovare in inferiorità numerica.

“Pizzutelli ha recuperato, Strambelli anche” ha spiegato Sussi. Saranno entrambi convocati anche se il primo giocherà dall'inizio e il secondo partirà dalla panca. In lista, salvo contrattempi burocratici, ci sarà pure il nuovo acquisto Lazzarini, per il quale mancano gli ultimi documenti necessari al tesseramento.

“E' un 2000, un under già esperto, con oltre 70 presenze in categoria. Ci darà qualcosa in più sul recupero palla e anche in impostazione, è bravo in entrambe le fasi. Lo abbiamo preso apposta” il ritratto dell'allenatore, che dal mercato si aspetta un altro movimento prima di Natale: “Manca una prima punta, la stiamo cercando. Per adesso sono contento che Foggia si sia finalmente sbloccato. Domani, se Strambelli e Cutolo non saranno negli undici, sarà ancora il capitano e questa fiducia secondo me gli ha fatto bene dal punto di vista psicologico. Con tutti i ragazzi comunque sono stato chiaro: non importa il quanto, importa il come. Uno può essere decisivo anche subentrando e giocando pochi minuti, quel che conta è dare il massimo”.

La formazione di Cannara ha un solo punto interrogativo, legato alle condizioni fisiche di Mastino che ha avuto un problema nell'allenamento di ieri. Se non dovesse farcela, è pronto Ruggeri. Per il resto, spazio agli undici che hanno battuto la Pianese. Cercando quella continuità di risultati imprescindibile per rimontare in classifica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo in campo nell'anticipo di Cannara. Adesso servono continuità e punti per la rimonta

ArezzoNotizie è in caricamento