Dalla Sardegna all'amaranto inseguendo il primo gol tra i prof. Mesina: "Voglio ripagare la fiducia della società"

Classe 1993, Mesina si racconta dalla trattativa che lo ha portato in amaranto ai sogni e alle ambizioni

Antonio Mesina e Bryan Gioè

Poco prima di metà luglio il comunicato stampa: 'L'Arezzo comunica di aver acquisito le prestazioni sportive di Antonio Mesina'. Classe 1993, 23 gol nell'ultimo torneo di serie D con il Castiadas e la prima esperienza tra i professionisti che arriva grazie all'Arezzo. Strano, ma vero pensando a tutti quei gol segnati che la prima chiamata dai prof sia arrivata alla soglia dei 27 anni.

"Il fatto è che ero vincolato ad una società fino ai 25 anni - spiega Mesina - fino ad allora non ho potuto lasciare quel club e pensare ad altre avventura".

Una volta terminato il vincolo la decisione di tentare il salto lasciando la Sardegna e soprattutto accettando l'offerta del Cavallino.

"La scorsa estate mi ha chiamato il mio procuratore dicendo che l'Arezzo era interessato. Ci ho pensato un attimo, ma non è stato difficile accettare. Anche perchè per noi sardi è complicato lasciare la nostra terra. Calcisticamente parlando la Sardegna è tutto un altro mondo, un altro tipo di calcio. Solo Cagliari e Olbia sono i club impegnati tra i professionisti. E' difficile quindi farsi notare. Quando si è presentato l'Arezzo ho colto al volo l'occasione".

E in Toscana c'è stata la scoperta di un mondo completamente diverso.

"C'è un'organizzazione che non avevo mai trovato prima - confessa Mesina - che dire poi del tifo. Non è da tutti avere questa passione e attaccamento".

L'ambientazione è stata meno traumatica del previsto grazie anche a due compagni di squadra.

"Sono particolarmente timido ma ho trovato una squadra che mi ha aiutato ad integrarmi. Nello spogliatoio siedo accanto a Baldan che lo scorso anno giocava in Sardegna, e poi c'è Daga che è sardo come me. Stiamo spesso insieme anche fuori dal campo".

La maglia numero nove scelta in estate è il chiaro richiamo al proprio idolo Ronaldo, 'il fenomeno' precisa subito Mesina che cerca con insistenza la prima rete tra i professionisti.

"Mi manca il gol anche perchè non mi era mai capitato di stare così a lungo senza segnare. Spero di sbloccarmi presto per trovare anche maggiore tranquillità".

Contratto fino al 2021 con opzione di un anno, Mesina è uno di quei giocatori su cui l'Arezzo vuole fare affidamento per il futuro come spiegano anche alcune scelte di mercato.

"E' vero, a gennaio alcune società si erano fatte avanti ma la dirigenza non ha voluto cedermi. Adesso spero di ripagare la loro fiducia".

Le giornate non passano mai e chiuso in casa non c'è altro da fare se non seguire il programma di lavoro consegnato da mister e staff tecnico.

"Ho la fortuna di avere uno spazio verde proprio davanti casa. Seguiamo le indicazioni alla lettera, ma non è facile perchè mantenere la condizione così non è ottimale. Speriamo di riprendere presto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Magari trovando la prima rete tra i professionisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento