Dalla zona rossa al quinto posto, la rincorsa del Soci. Benedetti: "Se torneremo in campo pronti a dire la nostra"

Dai bassifondi della classifica al quinto posto. Benedetti e la risalita del Soci

Andrea Benedetti

Un passato da calciatore e un presente da allenatore del Soci Casentino dopo le esperienze nei vivai di Cesena e Fiorentina, quindi Riccione, Sangiovannese e Baldaccio Bruni con cui ha vinto anche la Coppa di Eccellenza. Andrea Benedetti è arrivato in Casentino quando la classifica dei biancoverdi parlava di otto punti dopo sei turni. Troppo poco per quella squadra costruita per puntare alle primissime posizioni.

"Dispiace essersi fermati perchè fino alla sosta stavamo viaggiano su buoni ritmi, avevamo trovato il passo giusto - racconta Benedetti - la salute viene prima di tutto e adesso c'è un problema come il Coronavirus da dover affrontare".

Quando si è seduto sulla panchina del Soci la squadra stava vivendo un momento non proprio felice.

"Rispetto ai valori tecnici del gruppo, guardando la classifica, direi di sì. Siamo intervenuti sul mercato anche per questo motivo cercando di risolvere problematiche anche a livello di gruppo. Da lì siamo poi ripartiti e il rendimento si è alzato come dimostrano i nostri risultati".

E dal mercato è arrivato Terzi che lei conosce bene.

"Siamo riusciti a prendere Nicola che ho allenato ad Anghiari. E' un giocatore che sapevo sarebbe stato utile. Qui poi ho ritrovato anche Poponcini, anche lui ex Baldaccio, in rosa ci sono anche Rubechini e Chiasserini che ho affrontato varie volte da avversari. A gennaio abbiamo preso Pavani ed ho chiesto Travaglini".

Ha dovuto lavorare più sul campo o sulla mentalità?

"Due cose che vanno di pari passo anche se i ragazzi avevano bisogno di trovare fiducia. Fatto questo passo poi i risultati sono iniziati ad arrivare. I numeri dicono che siamo, anzi eravamo in crescita prima della sosta. Siamo quinti in classifica, in zona playoff se non fosse per la forbice che ad oggi escluderebbe una formazione dalla corsa verso l’Eccellenza. Abbiamo ancora cinque turni di campionato e alcuni scontri diretti. Se potremo tornare in campo proveremo a dire la nostra".

Che idea si è fatto di questo girone?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Molto equilibrato. In testa Chiantigiana, Firenze Ovest, Mazzola Valdarbia e Pontassieve hanno dimostrato di avere un altro passo. Dietro, a mio avviso, la Bucinese ha poche possibilità di salvezza così come l’Alleanza Giovanile. Salvarsi, anche passando dai playout, vorrebbe dire vincere tutte le cinque partite che mancano. Ovviamente se avremo il via libera per tornare in campo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Dilettanti, ecco i campionati costretti allo stop

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento