menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Arezzo alza i giri: domenica test con la Viterbese a Chianciano

Calcio di inizio alle 17 per un test nettamente più probante per gli uomini di Potenza. Coppa Italia: sfida pomeridiana al 'Mannucci'

Fissato un altro test amichevole nel calendario dell'Arezzo e questa volta contro un avversario di pari livello. Domenica prossima a Chianciano arriverà la Viterbese, ospite nel ritiro amaranto, per una partita che inizierà alle ore 17. Un test maggioramente probante rispetto all'uscita di domenica scorsa a Frascati contro la Lupa, formazione impegnata nel torneo di Eccellenza che ha comunque tenuto testa ad un Cavallino appensantito dai carichi di lavoro.

Adesso la Viterbese di Agenore Maurizi che solo poche ore fa ha accolto in gruppo Riccardo Daga, svincolatosi dopo una stagione dall'Arezzo. Sarà un banco di prova per entrambi i club. Per l'Arezzo che ha iniziato la preparazione il 25 agosto e che sta cercando tra intensità, lavoro atletico e tattico di recepire gli ordini di Alessandro Potenza. Ma lo sarà anche per la Viterbese che invece è al lavoro dal 13 agosto ma ha dovuto interrompere per alcuni giorni gli allenamenti a causa di cinque tesserati (quattro calciatori e un fisioterapista) positivi al Covid-19. I cinque casi avevano messo a rischio l'amichevole, fissata solo dopo un colloquio avvenuto poche ore dopo che la Viterbese ha ricevuto l'esito di un ulteriore ciclo di test che ha scongiurato altre positività. Ad oggi i laziali hanno disputato una sola amichevole contro la Roma Primavera, vincendo per 2-1.

Arezzo e Viterbese si ritrovano a più di un anno di distanza da quella doppia sfida playoff che vide passare il Cavallino 3-0 al Comunale e per 2-0 al Rocchi in un match segnato dalla rovesciata di Carlo Pelagatti e poi dallo 'scontro' tra Camilli junior e Giorgio La Cava. A distanza da quel 22 maggio 2019 tanti dei protagonisti di quella sera sono cambiati e hanno lasciato i rispettivi colori, a cominciare dai presidenti. L'amichevole si svolgerà senza pubblico, sia per le caratteristiche dell'impianto sportivo di Chianciano ma anche e soprattutto per le norme che regolano l'accesso agli stadi per contenere l'emergenza Covid-19. In tribuna potranno accomodarsi solo i giornalisti.

Sarà così anche il prossimo 23 settembre quando a Pontedera il Cavallino debutterà in Coppa Italia. Da quanto trapela le due società stanno raggiungendo l'accordo per diputare il primo turno di Coppa nel pomeriggio. Giocare in notturna avrebbe poco senso se non per favorire l'afflusso del pubblico, ma dato che l'impianto sarà off limits ai tifosi, ecco che Pontedera e Arezzo potrebbero comunicare alla Lega la volontà di scendere in campo alle 17-17:30. In questo modo il Cavallino eviterebbe di rientrare in città dopo mezzanotte e il giorno seguente sarebbe già pronto per scendere in campo per una nuova seduta di lavoro, a pochi giorni da quella che è la data segnata come l'inizio del campionato di serie C.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Documenti

E' ufficiale: la Toscana resta in zona gialla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cucina

    I fiocchi di Carnevale

  • Attualità

    100 candeline per nonna Rosa

  • Psicodialogando

    L’uomo è davvero più interessato al sesso della donna?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento