Calcio

Legnago-Arezzo, le pagelle. Cherubin e Altobelli stentano, Arini e Di Grazia i migliori

Il samurai autore della solita prova concreta, l'ex Catania decisivo e si vede negare anche un gol su punizione

Le pagelle degli amaranto.

SALA 5,5 - Di pericoli veri e propri non ne arrivano, eppure sul gol di Bulevardi l'impressione è che su quel piattone potesse scendere più velocemente considerando come aveva chiuso in precedenza sul contropiede dei veneti.

MAGGIONI 5,5 - Al rientro dopo tre turni di stop causa infortunio non spinge e non sempre riesce a dare copertura adeguata sulla spinta del tridente del Legnago (dal 10' st VENTOLA 6 - Entra nel momento più difficile, serve spinta e attenzione, ci mette soprattutto la corsa).

CHERUBIN 5 - Arrugginito dopo due turni ai box per squalifica è suo malgrado protagonista in occasione del gol del Legnago. Certo, Rolfini entra all'improvviso e sarebbe da annullare la rete, ma nel frangente è macchinoso e l'errore lo porta a commettere altri disimpegni errati non da lui. Esce per problemi muscolari andrà valutato (dal 35' st SUSSI 6 - Gettato nella mischia per ridisegnare la difesa e sopperire all'assenza di Cherubin sforna il cross della disperazione che vale il pari).

SBRAGA 6,5 - Un giocatore sempre più pilastro e sul quale in ottica playout ci si può fare affidamento a occhi chiusi. Botte, sportellate, chiusure e pure alcune incrusioni pericolose.

PINNA 6,5 - Primo tempo in sordina dove si nota solo per i calci piazzati e tanta confusione. Cresce nella ripresa sul piano atletico e nel gioco di squadra.

ALTOBELLI 5 - Troppo macchinoso per il ritmo di gioco della partita. Freno a mano tirato, non entra nel vivo della manovra. Esce dopo un pomeriggio di sofferenza (dal 24' st DI PAOLANTONIO 6 - Prova a mettere ordine).

ARINI 6,5 - Vedi Sbraga. Se c'è da andare in guerra è uno di quelli che di certo va in prima linea ma oltre ai muscoli prova a far ragionare i suoi sfiorando anche il gol.

BENUCCI 5,5 - Passo indietro rispetto a domenica scorsa. Il Legnago non fa ragionare ed è aggressivo e il suo primo tempo è di sofferenza (dal 10' st IACOPONI 5,5 - Prova a risolverla da solo ma ne nasce confusione).

CUTOLO 6 - Lotta e corre, di sicuro è il giocatore che cerca di mettere fantasia soprattutto nel primo tempo.

CARLETTI 6,5 - Il lavoro sporco è sui livelli di Perez, ma ha dalla sua anche la capacità di andare al tiro mandando in scena un autentico duello con Pizzignacco. Punto di riferimento e uomo più pericoloso del primo tempo. Peccato l'infortunio alla caviglia che lo toglie dalla contesa (dal 24' st PIU 6 - Un buono spezzone di partita provando a dare riferimento lì davanti).

DI GRAZIA 7,5 - Un gol su punizione negato e un gol pesantissimo che ad oggi tiene in vita l'Arezzo. Finalmente all'ex Catania è stata data fiducia e sta ripagando con giocate che saltano l'uomo, punizioni pericolose e gol preziosi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legnago-Arezzo, le pagelle. Cherubin e Altobelli stentano, Arini e Di Grazia i migliori

ArezzoNotizie è in caricamento