menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Cava: “Ok alle richieste di Orgoglio Amaranto. Avanti con il crowdfunding”

Il presidente dopo il successo con il Novara ha dato mandato al proprio legale di comunicare la sua decisione al comitato

Avanti con il crowdfunding. È questa l'intenzione di Giorgio La Cava che questa mattina ha dato mandato al proprio avvocato di rispondere alle richieste avanzate da Orgoglio Amaranto. Richieste vincolanti per procedere con il progetto che sarà attivato dalla piattaforma The Best Equity.

La Cava dopo il successo con il Novara, seguito in tv per impegni di lavoro che lo hanno tenuto lontano dal Comunale, ha deciso. Ok alle richieste che Orgoglio Amaranto aveva avanzato al termine dell'assemblea dei soci, con le quali il comitato non intendeva modificare l'articolo 7 dello statuto, quelle norme che danno potere di controllo al socio di minoranza e diritto di prelazione nelle quote.

"Ho deciso di accettare le richieste formulate da Orgoglio Amaranto - ha detto Giorgio La Cava - capisco per certi versi le osservazioni del comitato che con questo articolo in passato ha vigilato sulla società. Ma io stesso vigilerei se dovessero entrare nuove persone in società. Adesso la campagna può partire, e speriamo che tanti tifosi ed imprenditori rispondano presente. L’obiettivo è quello di dare alla società e a tutto il territorio un polo sportivo all’avanguardia e la casa che tutti gli sportivi amaranto meritano"

I prossimi step

Adesso il legale di La Cava comunicherà la decisione a OA per poter fissare la prossima assemblea dei soci. È necessario, per poter partire il crowdfunding, procedere con un aumento di capitale che porterà quello attuale da 540mila a 740mila euro. Nel giro di pochi giorni, una volta effettuato l'aumento di capitale, sarà possibile varare la campagna che è incentrata su Le Caselle e sul potenziamento della prima squadra.

Picchi in rampa di lancio, solo in due ai box. Pistoiese-Arezzo: tutte le info per la prevendita

Tramite il progetto AMAranto l'obiettivo minimo 500mila euro con varie tipologie di investimento. I sottoscrittori dovranno registrarsi sulla piattaforma The Best Equity (dove saranno disponibili anche documenti del club come bilancio, visure camerali, ecc...). Una volta versato il proprio contributo il sottoscrittore potrà avedere dei benefit in cambio. Se però la cifra minima non venisse raggiunta i soldi torneranno ai sottoscrittori. L'Arezzo non potrà in alcun modo beneficiare della somma raccolta a meno che non raggiunga la quota fissata come primo step, pari a 500mila euro.

Le tipologie di investimento

Categoria C (250-2.499 euro)

  • Pieni diritti patrimoniali;
  • Prive del diritto di voto in assemblea ordinaria;
  • Liberamente trasferibili (non soggette al diritto di prelazione);
  • Benefits;

Categoria B (2.500-9.999 euro)

  • Pieni diritti patrimoniali;
  • Prive del diritto di voto in assemblea ordinaria;
  • Diritto di voto nell'assemblea speciale dei soci di categoria B;
  • Liberamente trasferibili (non soggette al diritto di prelazione);
  • Benefits;

Categoria A (10.000-25.000 euro)

  • Pieni diritti amministrativi e patrimoniali;
  • Diritto di voto in assemblea ordinaria;
  • Presenza nel caso di nuovo aumento di capitale;
  • Benefits;

Benefits

Variano in base ai pacchetti acquisiti dai soci e comrpendono sconto sul merchandising, biglietti omaggi cedibili a terzi, maglie personalizzate, ingressi nell'area hospitality oltre alla possibilità di partecipare ad alcuni eventi organizzati dalla società amaranto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    La nuova frontiera social: postare foto senza trucco

  • social

    Zecchino d’Oro: aperti i casting online per la Toscana

  • Gossip Style

    Estate 2021, la moda delle perline colorate

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento