rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Baiocco blinda la porta e l'Arezzo impone il pari anche alla Maceratese (0-0)

Come previsto alla viglia del match Capuano manda in panchina Panariello e Gambadori confermando Milesi in difesa e inserendo Feola dal primo minuto a centrocampo. Dall'altra parte Bucchi conferma il consueto 4-4-2 con Kouko e Fioretti in attacco...

Come previsto alla viglia del match Capuano manda in panchina Panariello e Gambadori confermando Milesi in difesa e inserendo Feola dal primo minuto a centrocampo. Dall'altra parte Bucchi conferma il consueto 4-4-2 con Kouko e Fioretti in attacco.

La partita non decolla nonostante un lampo nei primi minuti di Tremolada che su punizione mette al centro un pallone che attraversa l'area di rigore della Maceratese terminando tuttavia tra le braccia di Forte. La Maceratese risponde con Karkalis che vede e serve sulla corsa Kouko sul quale Baiocco si supera scegliendo il tempo giusto per l'uscita, chiudendo la porta. L'estremo difensore amaranto conferma il suo buon momento e nel corso del primo tempo si ripete per sbarrando la via del gol per ben due volte a Bonaiuto. Il centrocampista biancorosso al 26' va via a Madrigali e con un diagonale prova a sorprendere Baiocco che si rifugia in angolo e al 41' con una punizione deviata dall'estremo difensore. In mezzo a tutto questo ci sono solo due occasioni per l'Arezzo. La prima con Cori che viene fermato per gioco scorretto dal direttore di gara a porta praticamente vuota e la seconda con Tremolada che sfonda per vie centrali trovando però solo un angolo.

Non cambia il copione nella ripresa anche non mancano gli applausi soprattutto per i due portieri che sembrano ingaggiare un duello a distanza. Al 48' Forte nega il gol a Tremolada deviando la punizione del numero 10 amaranto. Al 56' Fioretti prova ad involarsi verso la porta dell'Arezzo, ma Baiocco sceglie ancora una volta il tempo giusto per l'intervento e sbroglia ogni pericolo. Passano due minuti e Foglia fa tremare il settore ospiti con un sinistro al volo che manca di poco il bersaglio. C'è spazio anche per la moviola nel secondo tempo di Maceratese-Arezzo con Cori che al 59' sembra toccare con la mano il rinvio dal fondo di Baiocco. L'arbitro assegna la punizione ai padroni di casa ma non prende provvedimenti nei confronti del capitano amaranto che era già ammonito. Passano i minuti e l'Arezzo riesce a creare gli unici pericoli su calcio piazzato con Tremolada che al 64' dal limite mette la palla sul palo della barriera, ma Forte vola e respinge con i pugni. Nel capovolgimento di fronte Super Baiocco dice di no per ben due volte agli attaccanti di mister Bucchi respingendo sia il tiro di Foglia che quello di Kouko sulla ribattuta guadagnandosi senza ombra di dubbio il titolo di migliore in campo per la formazione di mister Capuano.

Al tecnico, oggi squalificato e in tribuna insieme ai tifosi amaranto, va bene anche il pari in casa della Maceratese e per evitare brutte sorprese all'87' manda dentro Gambadori per Cori per garantire maggiore copertura alla mediana. C'è ancora da soffrire per l'Arezzo che conferma ancora una volta lo scarso feeling con la "Zona Cesarini" perche negli ultimi 120 secondi di gioco regala due occasioni da gol alla Maceratese, ma in entrambi i casi Orlando deve fare i conti con uno strepitoso Paolo Baiocco che respinge ogni pallone firmando lo 0-0 finale.

Ennesimo pari per l'Arezzo che questa volta però ha un valore diametralmente opposto a quelli fatti registrare nelle ultime uscite. Nota dolente la manovra offensiva che non ha creato pericolosi su azione, ma solo su calcio piazzato. Menzione d'onore per Paolo Baiocco che anche oggi ha meritato il titolo di migliore in campo.

MACERATESE (4-4-2): 1 Forte; 2 Imparato, 5 Altobelli, 6 Faisca, 3 Karkalis; 7 D'Anna, 8 Foglia, 4 Carotti, 11 Buonaiuto (31' st 16 Alimi); 9 Fioretti, 10 Kouko.

A disposizione: 12 Di Vincenzo, 13 Massei, 14 Clemente, 15 Djibo, 17 Sarr, 18 Orlando, 19 Cesca, 20 Belkaid, 21 De Angelis, 22 Calamita, 23 Cantarini.

Allenatore: Christian Bucchi.

AREZZO (3-5-2): 1 Baiocco; 3 Madrigali, 2 Milesi, 5 Monaco; 7 Brumat, 10 Tremolada, 8 Capece, 4 Feola, 6 Carlini (27' st 17 Masciangelo); 9 Cori, 11 Bentancourt.

A disposizione: 12 Rosti, 13 De Martino, 14 Panariello, 15 Gambadori, 16 Pugliese, 18 Ceria, 19 Calabrese, 20 Mariani.

Allenatore: Raffaele Esposito (Ezio Capuano squalificato).

Indisponibili: Defendi, Del Magro, Vinci.

ARBITRO: Di Martino di Teramo (Guglielmi di Albano Laziale-Colizzi di Albano Laziale). OA: Latini di Foligno.

RETI: .

Note - Recupero: 0' + 4'. Angoli: 4 a 4. Ammoniti: pt 13' Cori, 28' Buonaiuto, 43' Carotti; st 13' Feola, 29' Foglia.

Articoli correlati:

La classifica Twitter @MatteoMarzotti

Video popolari

Baiocco blinda la porta e l'Arezzo impone il pari anche alla Maceratese (0-0)

ArezzoNotizie è in caricamento