Sport

Arezzo, tutti attendono l'esercizio provvisorio. Bertini: "Pronto il conto corrente per imprenditori"

"I soldi per la scadenza del 16 marzo ci sono" la conferma arriva direttamente da Paolo Bertini, consigliere comunale delegato del sindaco per seguire in prima linea la crisi dell'Arezzo. Bertini ospite dello speciale Caffé Bollente su Teletruria...

Corteo_tifosi_Arezzo11

"I soldi per la scadenza del 16 marzo ci sono" la conferma arriva direttamente da Paolo Bertini, consigliere comunale delegato del sindaco per seguire in prima linea la crisi dell'Arezzo. Bertini ospite dello speciale Caffé Bollente su Teletruria ha spiegato anche il meccanismo con il quale stanno operando "E' stato aperto un conto corrente con la firma del sindaco e del presidente di O.A. sul quale far confluire le risorse economiche messe a disposizione degli imprenditori. E' in parallelo a quello aperto da Orgoglio Amaranto per le donazioni. Servirà per essere pronti a dimostrare che i denari ci sono di fronte al tribunale fallimentare e per fare i pagamenti del 16."

Il tempo incalza e 24 ore prima della scadenza dei pagamenti ci sarà l'appuntamento cruciale e vitale per il cavallino rampante. Il tribunale fallimentare dovrà valutare se per l'Unione Sportiva Arezzo potrà proseguire la sua attività con l'esercizio provvisorio, con la nomina in tempi rapidi di un curatore fallimentare, così come ha fatto qualche mese fa il tribunale di Vicenza per la squadra dell'altra città dell'oro. E' quello che sperano tutti.

A dare man forte a questo progetto c'è la grande partecipazione degli aretini come testimonia l'ondata di donazioni che in meno di due settimane hanno raggiunto il conto corrente aperto da O.A. con la motivazione "L'Arezzo non muore".

"Il totale incassato è di 42.800 euro in meno di due settimane, senza considerare le tesserine da 10, 20 e 50 euro - ha spiegato il vice presidente del Comitato Roberto Cucciniello - e per trasparenza vi dico che ci sono state già numerose spese: 9.100 euro per la trasferta di Olbia per la quale attendiamo il rimborso tramite l'assicurazione, ma non sarà totale, poi 15.854 euro sono servite per pagare le prime rate di Irpef, Inps e Inail. Poi ancora 1.323 euro per fornitori da saldare, abbiamo pagato la polizza dello stadio che era scaduta da tempo, una bolletta ad Estra energie e alcune trasferte del settore giovanile."

L'appello è che questo moto ondoso di attaccamento ai colori amaranto non si fermi. Ci sono 35 punti vendita per le tesserine e la possibilità di versare dai 100 ai 1.000 euro tramite l'iban intestato a Orgoglio Amaranto - L'Arezzo non muore - IT 08 E084 8914 1000 0000 0378 325.

E una prima importante dimostrazione si potrà avere già sabato prossimo quando alle 14:30 l'Arezzo finalmente scenderà in campo per una partita. Sarà soltanto un'amichevole con il Fano, ma allo stadio sono attesi tanti tifosi, tanti cittadini che per un motivo o per un altro, vivendo in questo periodo il rischio di perdere seriamente la squadra della città, si muovano e partecipino.

Silenzio anche oggi invece sul fronte Neos. Gatto aveva annunciato una cessione che probabilmente mai ci sarà.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo, tutti attendono l'esercizio provvisorio. Bertini: "Pronto il conto corrente per imprenditori"

ArezzoNotizie è in caricamento