L'Arezzo saluta la Tim Cup. Una Triestina più efficace passa di misura (0-1)

Confermate le indiscrezioni della vigilia. Claudio Bellucci si affida al 4-3-1-2 rinunciando all'ultimo a Cenetti cosi come a De Feudis per il quale sembra ormai prossima la cessione. Davanti alla difesa tocca a Foglia con Yebli e Corradi a...

 

Confermate le indiscrezioni della vigilia. Claudio Bellucci si affida al 4-3-1-2 rinunciando all'ultimo a Cenetti cosi come a De Feudis per il quale sembra ormai prossima la cessione. Davanti alla difesa tocca a Foglia con Yebli e Corradi a completare il reparto. Tutto confermato in casa Triestina con il 4-4-2 e la coppia Franca-Arma in attacco.

L'Arezzo, in campo con la nuova divisa amaranto con inserti celesti, fa la partita ma alla prima occasione utile passa la Triestina. Angolo per gli amaranto, la difesa alabardata ne approfitta per partire in contropiede. Mensah è nettamente più veloce di Foglia e ne approfitta per beffare Borra, incerto nell'uscita.

Provano a destarsi gli amaranto. Tra i più attivi Cutolo e soprattutto Corradi, ma Boccanera resta inoperoso. L'unico vero pericoloso è un tiro al volo di Cutolo che esce di poco a lato. La Triestina risponde con Arma su un altro contropiede ma questa volta Borra ci mette i pugni. Prima dell'intervallo ecco due occasioni per i padroni di casa. La prima con Moscardelli (Boccanera para) e subito dopo con Grossi che manca il bersaglio.

Nessun cambio ad inizio ripresa che si apre con il tiro di Corradi fuori di un nulla. Al 56' ci prova ancora Cutolo che questa volta lambisce la traversa. Al 64' replica la Triestina: Pizzul da sinistra mette al centro per Arma che strozza il tiro e non impegna Borra. Bellucci decide che è il momento di D'Ursi per Yebli passando così al 4-4-2. La Triestina però tiene ancora botta mostrando una buona organizzazione a livello difensivo. L'ultima occasione da gol è per i ragazzi di Sannino. Mensah arriva tutto solo davanti a Borra che si riscatta deviando con i piedi. Termina 1-0 per la Triestina che si regala a pochi giorni dall'ufficialità del ritorno in Lega Pro l'accesso al secondo turno con annessa trasferta a Pescara. Per l'Arezzo solo alcuni tempi su cui riflettere perchè più che la condizione il ko è sembrato frutto di un'organizzazione di gioco ancora da affinare. AREZZO (4-3-1-2): 22 Borra; 16 Luciani, 14 Ferrario, 13 Muscat, 4 Sabatino; 6 Yebli (27' st 11 D’Ursi), 8 Foglia, 7 Corradi; 29 Grossi (37' st 19 Di Nardo); 10 Cutolo, 9 Moscardelli.

A disposizione: 1 Garbinesi, 12 Ubirti, 2 Talarico, 3 Rinaldi, 5 Varga, 15 Ravanelli, 21 Benucci, 23 Criscuolo, 24 Gerardini, 25 Quero.

Non disponibili: Cenetti, De Feudis.

Allenatore: Claudio Bellucci.

TRIESTINA (4-4-2): 1 Boccanera; 2 Brandmayr (29' st 16 Langwa), 4 Codromaz, 6 Aquaro, 3 Pizzul; 7 Bracaletti, 8 Celestri, 5 Meduri, 11 Mensah; 10 Franca (35' st 14 Colavecchio), 9 Arma.

A disposizione: 12 Puccini, 13 Loschiavo, 15 Erman, 17 Crevatin.

Allenatore: Giuseppe Sannino.

ARBITRO: Federico Dionisi de L'Aquila (Marienza – Di Giacinto). Quarto uomo: Fontani.

RETI: pt 10' Mensah.

Note – Recupero: 1' + 3'. Angoli: 5-1. Ammoniti: st 23' Ferrario, 24' Moscardelli, 38' Colavecchio. Articoli correlati:

Le interviste in sala stampa

La fotogallery

Arezzo-Triestina, tifosi e giornalisti tutti in curva

Twitter @MatteoMarzotti

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento