Domenica, 20 Giugno 2021

Arezzo traguardo �rosa�: qui l'ottava tappa del Giro d'Italia 2016

Per i tanti appassionati di ciclismo di Arezzo e del territorio c'è una data da segnare in agenda: è il 14 maggio 2016, quando l'ottava tappa del Giro d'Italia arriverà in città. “Già negli anni scorsi – ha esordito il vicesindaco Gianfrancesco...

Per i tanti appassionati di ciclismo di Arezzo e del territorio c'è una data da segnare in agenda: è il 14 maggio 2016, quando l'ottava tappa del Giro d'Italia arriverà in città.

“Già negli anni scorsi – ha esordito il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini – grazie all'impegno di Pasquale Morini ospitavamo il traguardo di una tappa della Tirreno-Adriatico. Nel 2016, questo impegno porta a un salto qualitativo che per Arezzo è di eccezionale visibilità. Beneficeremo di una promozione speciale, in virtù di una diretta Rai che mancava, per un evento del genere, dal 2003. All’epoca ero assessore allo sport e a distanza di 12 anni sono piacevolmente ancora coinvolto. L'amministrazione non si tirerà indietro nello sforzo economico da intraprendere, metteremo in campo ogni investimento necessario per rendere idoneo il tracciato”. “Questa grande galoppata che ci separa da ora al 14 maggio – ha sottolineato l'assessore allo sport Lucia Tanti – dovrà essere condivisa da tutta la città. Non a caso, a questa conferenza stampa abbiamo invitato le categorie economiche. Anche l'attesa dovrà essere un momento di crescita: da gennaio a maggio faremo salire l'adrenalina. La Provincia c'è in questo evento, fa sistema territoriale con il Comune, e per questo ringrazio il presidente Vasai. A noi spetterà cogliere l'occasione per valorizzare il turismo sportivo: la tappa farà da traino per questo ambito che l'amministrazione guarda con interesse. E un altro spunto nasce dalla domanda: quanta storia, quanta musica passano attraverso il Giro d'Italia? Ecco perché vogliamo portare l'evento nelle scuole e nell'associazionismo sportivo”.

“E il mondo sportivo sarà presente – ha aggiunto il delegato provinciale del Coni, Giorgio Cerbai – ho già contatti con il provveditorato e con le società, di ogni disciplina, per portare un segno tangibile di vicinanza di tutto il movimento”.

Pasquale Morini: “quando andiamo a seguire le tappe del Giro d'Italia in alcune realtà, penso al Trentino, vediamo negozi con drappi, strade e piazze piene di biciclette rosa. Insomma c'è un coinvolgimento tale che rende tutto molto coinvolgente. Sono certo che Arezzo non ha nulla per sfigurare in questo senso”.

“Il Giro – per Francesco Moser – non è solo l'arrivo. Mi pare infatti che questa tappa sia articolata molto bene nel territorio, con due salite interessanti, specie la seconda, con un tratto di strade bianche che metterà a dura prova i corridori. Penso che in primavera diversi ciclisti verranno a provarle. Non è di certo un arrivo nelle Dolomiti o nelle Alpi ma non mi sorprenderei se si concludesse con un attacco sulla Rassinata o all'Alpe di Poti. La cronometro del giorno dopo sarà poi, secondo me, la tappa di svolta: chi vorrà vincere il Giro, lì non potrà più nascondersi”.

Il sindaco Alessandro Ghinelli: “il Giro d'Italia, oltre ad avere rivolti economici e promozionali positivi, è soprattutto bello. Ecco perché a noi fa piacere riceverlo. L'anno scorso ero all'arrivo di Firenze, conto che Arezzo sappia fare addirittura meglio del capoluogo regionale”. E alle glorie del ciclismo italiano presenti, Francesco e Aldo Moser, Franco Chioccioli, Marcello Mugnaini, Marcello e Ercole Mealli e Italo Ziglioli, il sindaco ha consegnato due libri “Leonardo, genio e cartografo” e “Un popolo di orafi”.

_____

Si parla di

Video popolari

Arezzo traguardo �rosa�: qui l'ottava tappa del Giro d'Italia 2016

ArezzoNotizie è in caricamento