Sport

Arezzo Rugby, un weekend tra partite e "Cena nel bosco"

La stagione dell'Arezzo Rugby entra nel vivo. La società si prepara a vivere un fine settimana particolarmente ricco di impegni con le partite di tre squadre e con una cena di raccolta fondi promossa con l'obiettivo di dotare la struttura...

Arezzo Rugby - Centauri Under 16 (1)

La stagione dell'Arezzo Rugby entra nel vivo. La società si prepara a vivere un fine settimana particolarmente ricco di impegni con le partite di tre squadre e con una cena di raccolta fondi promossa con l'obiettivo di dotare la struttura cittadina di via dell'Acropoli di un nuovo impianto di ricircolo dell'acqua calda per le docce degli spogliatoi. I primi a scendere in campo saranno i giovanissimi atleti dell'Under10 che, a partire dalle 10.30 di domenica 1 ottobre, giocheranno tra le mura amiche in un concentramento che riunirà i pari età di Arezzo, Vasari, Clanis Cortona, Vikings Chianciano e Lions Valdichiana. La mattinata sarà all'insegna del divertimento e del gioco, favorendo un positivo momento di incontro tra i bambini delle varie società del territorio che troverà la propria conclusione nella tradizionale merenda del terzo-tempo. Nel corso della giornata saranno impegnati anche i ragazzi dell'Under16 della franchigia dei Centauri formata insieme a Clanis e Città di Castello che si metteranno alla prova a Bettolle in un triangolare organizzato dal Molon Labe Rugby (realtà nata dalla collaborazione tra alcune realtà della Valdichiana senese). L'ultima squadra a giocare è l'Under14 allenata da Francesco De Astis che debutterà nel primo turno del concentramento regionale in casa dei coetanei del Siena. «L'Arezzo Rugby sta investendo per rafforzare il proprio vivaio - commenta il direttore sportivo Simone Colangelo. - Per stimolare la pratica del rugby abbiamo scelto di rendere completamente gratuita l'attività per i ragazzi nati tra il 2004 e il 2005, fornendo alle famiglie un incentivo per venire a provare questo sport e garantendo allo stesso tempo un aiuto a chi si trova in situazioni di difficoltà economica. Nel frattempo abbiamo ideato una nuova mascotte che identificherà il settore giovanile e che sarà apposta su tutte le maglie, con il disegno di una chimera in abiti rugbystici che corre verso la meta».

Le partite della domenica saranno anticipate dalla "Cena nel bosco" di sabato 30 settembre che, aperta a tutti, nasce per sostenere l'ammodernamento dell'impianto cittadino gestito dall'Arezzo Rugby e per risolvere un problema che persiste ormai da molti anni. L'intero ricavato della serata, a base di piatti ispirati al bosco e alla montagna, sarà orientato verso la realizzazione di un nuovo impianto di ricircolo che permetterà di risolvere i problemi legati all'arrivo dell'acqua calda negli spogliatoi. Per la prenotazione è necessario contattare la segreteria dell'Arezzo Rugby. «Questa cena - commenta Paolo de Corso, dirigente della società, - è un appuntamento per chiunque ha a cuore il rugby, dal momento che la struttura non la utilizziamo solo noi ma tante altre società. Il nuovo impianto di ricircolo doveva essere realizzato ben prima della concessione della gestione all'Arezzo Rugby, dunque abbiamo tutta l'intenzione di risolvere questa carenza e di migliorare l'efficienza della struttura che ci è stata affidata dall'amministrazione comunale».
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo Rugby, un weekend tra partite e "Cena nel bosco"

ArezzoNotizie è in caricamento