Sport

Un Arezzo da applausi: 2-0 al Pontedera e secondo posto in classifica

Dal Canto deve rinunciare a Cutolo fermato da un problema muscolare. Confermata la difesa, a centrocampo c'è Buglio al posto di Basit davanti alla difesa con Serrotti che scala come mezzala. Davanti Belloni e Persano partono dall'inizio con...

Dal Canto deve rinunciare a Cutolo fermato da un problema muscolare. Confermata la difesa, a centrocampo c'è Buglio al posto di Basit davanti alla difesa con Serrotti che scala come mezzala. Davanti Belloni e Persano partono dall'inizio con Brunori. Prima del calcio d'inizio la società amaranto, il patron La Cava insieme al vice Anselmi e al presidente di OA Amatucci, ha consegnato un riconoscimento al presidente del Pontedera per la calorosa accoglienza che i granata riservarono all'Arezzo in occasione della partita dello scorso febbraio.

Dopo appena 8' di gioco l'Arezzo sfiora il gol del vantaggio. È Luciani a servire un cross invitante in mezzo dove c'è Persano, che spizzica di testa per Brunori sul secondo palo: la conclusione di destro del numero 9 amaranto, tutto solo, viene respinta dal portiere del Pontedera, Biggeri.

La seconda occasione amaranto viene fermata dal palo al 19'. Sugli sviluppi di un calcio d'angolo, la palla arriva a Foglia che da fuori area con il destro colpisce il palo interno alla destra di Biggeri.

Al 22', alla terza occasione, l'Arezzo non sbaglia. L'autore del gol è Brunori, che raccoglie una palla lunga di Belloni sul filo del fuorigioco. Il numero 9 amaranto manda fuori tempo un difensore avversario e con il sinistro dal limite batte Biggeri. Per l'italo-brasiliano si tratta del primo gol in campionato.

L'Arezzo raddoppia alla mezz'ora, siamo al 31'. Cross di Luciani dalla trequarti, in mezzo c'è Buglio tutto solo che di testa non sbaglia. Per il centrocampista amaranto questo è il terzo centro stagionale. Passano poco più di 5' e Buglio illumina con un lancio in profondità per Brunori. Il numero 9, in posizione defilata, riesce ad accentrarsi e con il sinistro spara forte sul primo palo: Biggeri è attento e respinge in corner.

La ripresa si apre con una punizione di Belloni da posizione centrale, poco distante dal limite dell'area. Il suo sinistro sfiora il palo alla destra di Biggeri e dà solo l'illusione del gol. Il Pontedera risponde al 52' con Caponi, che lanciato da Magrini vince il duello con Pinto ma il suo destro viene respinto con i piedi da un attento Pelagotti.

Al 58' ancora Pontedera, questa volta con Tommasini che si ritrova in ottima posizione per concludere con il destro, dopo essere riuscito a sfilare tra i difensori amaranto: Pelagotti trattiene in due tempi strappando gli applausi del pubblico.

Il Pontedera - già sotto di due reti - è costretto a giocare la seconda parte della ripresa con un uomo in meno a causa dell'espulsione di Benedetti, al 66', per doppia ammonizione. Per l'Arezzo la partita è davvero in discesa.

L'Arezzo sfiora il gol del 3-0, fermato ancora una volta dal palo al 75'. Brunori, lanciato in profondità, vince il duello fisico con un difensore avversario e con il sinistro colpisce il palo alla destra di Biggeri, proprio sotto la curva sud. Un po' egoista il numero 9, che aveva la possibilità di servire in mezzo Persano. Passano appena 5' e Brunori conclude di nuovo con il destro all'altezza del dischetto: il tiro viene respinto da Biggeri.

Termina dopo 5' di recupero una partita che l'Arezzo ha giocato quasi alla perfezione, imponendosi per 2-0 su uno spento Pontedera. Al triplice fischio, i ragazzi di Dal Canto vengono sommersi dagli applausi - meritatissimi - della curva e di tutto lo stadio.

AREZZO (4-3-1-2): 22 Pelagotti; 16 Luciani, 6 Pelagatti, 26 Pinto, 3 Varutti; 4 Buglio, 8 Foglia (44' st 29 Tassi), 11 Serrotti (29' st 17 Salifu); 39 Belloni (37' st 27 Bruschi); 9 Brunori (44' st 7 Zini), 19 Persano.

A disposizione: 1 Melgrati, 2 Zappella, 5 Mosti, 14 Danese, 25 Choe, 28 Keqi, 33 Borghini, 34 Sbarzella.

Indisponibili: 10 Cutolo, 15 Nije, 21 Benucci, 24 Burzigotti. Squalificati: 13 Basit (1), 32 Sala (1).

Allenatore: Alessandro Dal Canto. PONTEDERA (3-5-1-1): 12 Biggeri; 15 Benedetti A., 13 Fontanesi, 3 Ropolo; 23 Magrini (36' st 20 Benedetti R.), 19 Calcagni (25' st 4 Giuliani), 8 Caponi, 10 La Vigna, 17 Serena (25' st 11 Bruzzo); 7 Mannini (36' st 16 Raimo); 9 Pinzauti (1' st 18 Tommasini).

A disposizione: 1 Sarri, 22 Marinca, 2 Benassai, 5 Vettori, 14 Pandolfi, 21 Massetti, 29 Prete.

Allenatore: Ivan Maraia.

ARBITRO: Daniele Perenzoni di Rovereto (Marco Ceolin di Treviso - Maicol Ferrari di Rovereto).

RETI: pt 22' Brunori, pt 31' Buglio .

Note - Spettatori: 2mila circa. Recupero: 0' + 5'. Angoli: 5-5. Ammoniti: pt 4' Benedetti A.; st 14' Pelagatti, st 46' La Vigna, st 46' Fontanesi, st 49' Ropolo. Espulso al 21' st Benedetti A. per doppia ammonizione.

Serie C girone A - 6° giornata

Arzachena - Juventus U23 1-0.

Carrarese - Novara 4-2.

Cuneo - Olbia 1-0.

Pistoiese - Pisa 0-2.

Alessandria - Siena 1-1.

Pro Patria - Pro Vercelli 0-1.

Albissola - Piacenza 1-1.

Gozzano - Lucchese 1-1.

Pro Piacenza - Virtus Entella rinviata. Articoli correlati:

Dal Canto: "Non guardo la classifica". Maraia: "Sbagliato l'approccio" VIDEO

Arezzo-Pontedera, le pagelle

Brutta tegola per l'Arezzo, si ferma Cutolo. Timori per un lungo stop

Arriva il Pontedera, a febbraio nell'ora più buia quell'abbraccio tra granata e amaranto

La classifica del girone A

Twitter @NicolaBrandini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Arezzo da applausi: 2-0 al Pontedera e secondo posto in classifica

ArezzoNotizie è in caricamento