Arezzo, c'è la sentenza: fallimento ed esercizio provvisorio subordinato al pagamento degli stipendi

Concesso l'esercizio provvisorio. Il tribunale ha emesso la sentenza prima di quanto previsto. E' stata dichiarato il fallimento dell'Unione Sportiva Arezzo e l'esercizio provvisorio è stato concesso ma è subordinato alla scadenza del 16 marzo...

 

Concesso l'esercizio provvisorio. Il tribunale ha emesso la sentenza prima di quanto previsto. E' stata dichiarato il fallimento dell'Unione Sportiva Arezzo e l'esercizio provvisorio è stato concesso ma è subordinato alla scadenza del 16 marzo.

La fiducia e il cauto ottimismo mostrato da Orgoglio Amaranto e dal consigliere comunale Bertini all'uscita dall'aula ha trovato conferma. Il tribunale fallimentare ha dato quindi l'ok per predisporre l'iter necessario a garantire l'esercizio provvisorio a patto che nelle prossime 24 ore vengano pagati stipendi e contributi.

Ad occuparsene saranno i curatori fallimentari, gli avvocati Lucio Francario e Vincenzo Ioffredi. Adesso si apre un'altra corsa contro il tempo. L'obiettivo è fare in modo di effettuare i pagamenti necessari a rispettare la scadenza del 16 marzo. Entro le prossime 24 ore dovranno essere versati gli stipendi (e contributi) a dipendenti e giocatori. Una cifra che si aggira sui 370mila euro. Il pagamento è necessario che avvenga nei tempi stabiliti per evitare un'ulteriore penalizzazione in classifica e la revoca dell'esercizio provvisorio. Rispettato questo vincolo l'Arezzo potrà tornare in campo.

Articoli correlati:

"Siamo i nuovi proprietari". Giocatori e tifosi li allontanano dallo stadio

Udienza in tribunale, OA fiducioso all'uscita Twitter @MatteoMarzotti @EnricaCherici

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento