rotate-mobile
Altro Montevarchi

L’italiano Prestige esalta gli appassionati al Miravalle di Montevarchi

Successo delle gare tricolori di motocross: spettacolo per 4.000 spettatori. Mancini (125), Lata (MX2) e Bonacorsi (MX1) i vincitori di giornata

Montevarchi è garanzia di successo per il motocross. E quando l’offerta è di qualità, il risultato più che positivo è assicurato.

Il teorema ha funzionato anche per la terza prova del campionato italiano Prestige, cl. MX1 e MX2, abbinato alla gara di apertura della Rookies Cup cl. 125 under 17.

In una splendida domenica di sole e su una pista in condizioni talmente perfette da uguagliare quella delle grandi sfide mondiali, non sono mancati né lo spettacolo né il pubblico, stimato in 4.000 presenze.

Una cornice straordinaria che ha esaltato i quasi 190 piloti presenti, un gruppo che è espressione della “serie A” del motocross nazionale ed europeo, capace di dar vita a confronti incerti ed esaltanti. Grande soddisfazione quindi per gli organizzatori, da una parte il Moto Club Brilli Peri che cura con autentico amore l’impianto di Miravalle, dall’altra FX Action, promoter dell’intero campionato.

Campioni a Miravalle

Venendo ai risultati, nella MX1 si imposto il ventunenne bergamasco Andrea Bonacorsi, in sella alla Yamaha ufficiale. Bonacorsi ha fatto sue con grande autorevolezza entrambe le manche, precedendo nella classifica assoluta lo sloveno Jan Pancar (KTM) e il calabrese Giuseppe Tropepe (Honda). Quarta posizione per la Ducati ufficiale di Alessandro Lupino, che prosegue lo sviluppo della neonata Desmo 450 MX. Reduce da un grave infortunio (frattura ad una mano), riportato appena una settimana prima nel GP di Francia, lo svedese Isak Gifting (Yamaha) ha stretto i denti e, con il quinto posto di giornata, conserva il primo posto nella classifica dii campionato.

Nella MX2 ha trionfato il diciottenne romano Valerio Lata (GasGas), capace prevalere in entrambe le manche, grazie a prove accorte e veloci, la prima all’insegna di un’efficace rimonta, la seconda praticamente dominata. In questa frazione Lata ha piegato l’iniziale resistenza di Samuele Bernardini (Honda), originario di Cortona, che si divide molto brillantemente con l’enduro (è secondo nel mondiale). Nella classifica assoluta Lata, che indossa la casacca delle Fiamme Oro, ha preceduto il francese Saad Soulimani (Yamaha), e lo stesso Bernardini. In virtù di questo risultato Lata allunga la sua striscia positiva al vertice della MX2 (sei manche vinte su sei), approfittando del contemporaneo mezzo passo falso dello spagnolo Yago Martinez (TM), afflitto da un infortunio ad un ginocchio. Nel tricolore sale al terzo posto Bernardini che ha sfruttato dunque bene il turno “casalingo”.

Nella 125, infine, vittoria del sedicenne marchigiano Simone Mancini (Fantic) che ha preceduto l’ungherese Noel Zanocz (Fantic) e l’olandese Gyan Doensen (KTM). Nella classe d’accesso hanno fatto esperienza i due giovani piloti del Moto Club Brilli Peri Gabriele Napolitano (KTM), che si è comunque guadagnato la qualificazione al gruppo dei migliori 40, e Elia Fantoni (KTM).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’italiano Prestige esalta gli appassionati al Miravalle di Montevarchi

ArezzoNotizie è in caricamento