Confermato il rientro in Tivm (auto moderne) per la cronoscalata “Lo Spino”

Al fianco della Pro-Spino Team anche l’azienda biturgense BS Lubrificanti

Egrave; praticamente fatta per il ritorno delle auto moderne alla cronoscalata “Lo Spino” (perché questa d’ora in poi sarà la denominazione ufficiale) a Pieve Santo Stefano, che nel 2021 – salvo sorprese indipendenti dalla volontà degli organizzatori - vedrà andare in scena la 48esima edizione di sempre. Fonti ufficiali hanno infatti già inserito la cronoscalata della Valtiberina Toscana fra le gare valevoli per il Trofeo Italiano di Velocità in Montagna (Tivm) - zona Centro, con le vetture storiche al seguito. Lo Spino è dunque titolato in un raggruppamento – quello appunto centrale – che comprende anche il trofeo “Luigi Fagioli” di Gubbio, il trofeo “Ludovico Scarfiotti” di Sarnano, la Coppa “Paolino Teodori” di Ascoli Piceno, la “Coppa Carotti” della Rieti-Terminillo e la “Alghero-Scala Piccada”. Dunque, il primo passo verso il ritorno di Pieve Santo Stefano nel giro che conta sembra essere compiuto, dopo l’ultima edizione valevole per il campionato tricolore, andata in scena il 26 luglio 2015. Dal 2016 al 2019, lo Spino si è fregiato della validità di prova del campionato delle auto storiche (Civsa) e ora, dopo la sosta forzata del 2020 a causa del Covid-19, la salita di 6 chilometri esatti riapre un capitolo nuovo, peraltro supportato da un fondo stradale che la Provincia di Arezzo sta provvedendo a riasfaltare ulteriormente. Forte è anche il sostegno dell’amministrazione comunale di Pieve e soprattutto del main sponsor Tratos Cavi, che metterà come sempre in palio l’ambito Trofeo Tratos. Al fianco della Pro-Spino Team anche l’azienda biturgense BS Lubrificanti. L’unico punto interrogativo è legato per ora alla data di svolgimento, anche se con molta probabilità si andrà a fine estate, ma per la Pro-Spino Team va bene anche così; anzi, l’auspicio è che per quell’eventuale periodo la parentesi della pandemia sia stata messa definitivamente alle spalle, al fine di poter riavere sia il pubblico lungo il tracciato, sia la schiera di piloti fedelissimi che da sempre rimangono affascinati dalle caratteristiche del percorso. Presto, insomma, anche i residui rebus verranno sciolti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre: dal 21 stop a spostamenti tra regioni. Nei giorni rossi si resta nel proprio comune

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Lorenzo, sfibrato dal Covid: "Ero uno sportivo, oggi respiro con fatica". E c'è chi lo insulta su Facebook: "Hai inventato tutto"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento