Qualità, sicurezza e tradizione: ecco il 39° Rally del Casentino

Oltre che per l'International Rally Cup - Pirelli, il Rally del Casentino è valido anche per la Mitropa Rally Cup, uno dei campionati di più lunga tradizione in Europa

A poche ore dal via, previsto per venerdì 5 luglio, è stato presentato a stampa e autorità il 39° Rally del Casentino. Nella Sala Congressi dell'Hotel Continentale di Arezzo il presidente della Scuderia Etruria Loriano Norcini, insieme a Paolo Volpi e al presidente dell'ACI di Arezzo Bernardo Mennini, ha illustrato le caratteristiche di questa edizione. 
"Il percorso è lo stesso dello scorso anno perchè le novità ce le teniamo tutte per la 40^ edizione" scherza Norcini.  Un percorso impegnativo, con oltre 400 km di cui 145 km tratti cronometrati che vedrà impegnati piloti e vetture su due giorni: venerdì 5 luglio, dopo le prove nello "Shakedown" di Lonnano, nel comune di Pratovecchio-Stia, la Special Stage “Bibbiena” aprirà la gara con il via della prima vettura alle 20.44. "Ci aspettiamo il solito grande afflusso di pubblico - prosegue Norcini - lo scorso anno erano più di 1.500 ad assistere allo spettacolo nel toboga in località Santa Maria del Sasso. Per noi poter allestire questa prova così vicino ai fan è già una vittoria, ma quest'anno vorremmo battere il record di presenze". Sabato gli altri nove tratti cronometrati con le prove “Corezzo” (21,00 km), “Caiano” (11,34 km) e “Barbiano” (8,31 km), da ripetere due volte, e le speciali di “Ornina” (4,74 km), “Crocina” (22,88 km) e “Talla” (36,11 km) da percorrere una sola volta con l’ultima ps in notturna e quasi sempre decisiva per decretare il vincitore.
Il Rally del Casentino è un evento che da sempre abbraccia e coinvolge tutto il territorio, dalle verifiche sportive di Stia in poi tutti i comuni sono coinvolti, con una conseguente e importante ricaduta sul territorio: "Le strutture ricettive sono al completo per diversi giorni, con conseguente beneficio per ristoratori e commercianti della zona, inoltre molti piloti e squadre restano in Casentino qualche giorno più del dovuto perchè si trovano bene. Questa è la nostra filosofia: anche se quest'anno abbiamo qualche iscritto in meno rispetto agli ultimi anni  (82 partecipanti di cui 4 WRC - le vetture più potenti ammesse dal regolamento - e 11 R5, auto più piccole, ma velocissime e in grado di competere per la vittoria finale ndr) vogliamo organizzare un rally di qualità per offrire una bella gara ai piloti e un'opportunità al territorio". 

Qualità, sicurezza, tradizione

Bernardo Mennini, presidente dell'ACI di Arezzo mette l'accento sulla sicurezza: "La Scuderia Etruria ha dimostrato anche quest'anno grande professionalità nell'organizzazione del rally, prestando grande attenzione al tema della salvaguardia dell'incolumità dei piloti e degli spettatori. Il fatto che siano arrivati vicini a festeggiare il traguardo delle quaranta edizioni la dice lunga sulle loro capacità".
Paolo Volpi di Scuderia Etruria le ha vissute tutte: "Io c'ero alla prima edizione, oggi è tutto diverso: le vetture, la preparazione dei piloti e anche il percorso può essere paragonato a una prova di un Campionato mondiale. Professionalità e organizzazione al passo con i tempi". 

Lada e Trabant, gioielli dalla Mitropa Rally Cup

Oltre che per l'International Rally Cup - Pirelli, il Rally del Casentino è valido anche per la Mitropa Rally Cup, uno dei campionati di più lunga tradizione in Europa attualmente presieduto dall’aretino Norberto Droandi: "Questa competizione porta in Casentino equipaggi stranieri e per noi è un orgoglio accogliere amici  da tutta Europa con vetture uniche. Nella categoria "Storiche" siamo riusciti a portare in Casentino una Trabant P 60 RS e una Lada 21013. Ci auguriamo di vederle al traguardo in modo che tutti gli appassionati, lungo le prove, possano ammirare queste splendide auto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Rally del Casentino in numeri

Iscritti: 82 equipaggi (scarica l'elenco)
Partenza: Bibbiena (AR) il 05.07.2019
Arrivo: Bibbiena (AR) il 06.07.2018
Prove Speciali: 10 (145.42 km)
PS 1: Bibbiena  - 1,42 km
PS 2/5: Corezzo  - 20,47 km
PS 3/8: Caiano - 11,34 km
PS 4/9: Barbiano - 8,31km
PS 6: Ornina -  4,74 km
PS 7: Crocina - 22,88 km 
PS 10: Talla - 36,11 km
Distanza totale: 407.81 km
Servicepark: Bibbiena (località La Ferrantina)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento