rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Altri Sport

Polisportiva Policiano, un 2022 di successi. E il prossimo anno sarà quello del cinquantenario

Il bilancio di dodici mesi densi di risultati importanti. Nel 2023 la società taglierà un traguardo importante

Il bilancio di fine anno dell'Unione Polisportiva Policiano.

"Sta per chiudersi il 2022, anno contraddistinto da speranze di ripresa sociale ed economica e delusioni per la guerra in Ucraina. Queste difficoltà si sono fatte sentire anche a livello sportivo con una lenta, ma progressiva ripresa delle normali attività sportive ed organizzative. Anche la Polisportiva Policiano non è rimasta immune a queste problematiche, ma grazie alla tenacia di alcuni volontari, al sostegno delle istituzioni ed agli sponsor è riuscita a mantenere un standard di attività medio alto.

Il 2022 ha visto la Polisportiva Policiano ottenere ottimi risultati sia a livello tecnico che organizzativo. A livello individuale, Valentina Mattesini è l’atleta dell’anno ottenendo ben 3 titoli Italiani (nei 3.000 indoor ad Ancona nella Mezzamaratona di Numana e nella 10 km su strada a Bergamo) un 2° posto a Grosseto nei mt.5000 ed un 3° posto nei mt.1500 ed inoltre vincitrice del 30° Grand Prix

Virginia Leonardi 2^ nel Grand Prix, dopo essere stata in testa fino a meta della stagione con la vittoria della mezza della Strasimeno e del trail di Lignano ed altre prestazioni da podio in molte competizioni su strada.

Valentina Rossi, atleta tenace, è riuscita ad ottenere un 3° posto nel Grand Prix nonostante alcune problematiche che ne hanno condizionato il risultato.

Continuando nel settore femminile, battuta di arresto per Francesca Volpi (problemi familiari ne hanno condizionato la partecipazione) mentre buone notizie per Noemi Trippi e Annalisa Curti che sono andate in crescendo insieme a Katia Roghi.

In campo maschile, sicuramente è stato un anno molto positivo con il record personale per il keniano Simon Loitanyang: 1.05.10 in occasione della Maratonina città di Arezzo, vincitore di numerose mezzemaratone sia Nazionali che Internazionali. Altro atleta di spicco il russo Evgeeni Krivosheev, muscolarmente forte e specialista dei Cross con ottimi piazzamenti in occasione dei campionati di società e Trail con la vittoria del Trail Lignano.

L’atleta comunque più costante con risultati sempre sopra la media è Michele Pastorini. Ingegnere, insegnante che è riuscito ad abbinare la propria professione con la pratica sportiva, vincitore assoluto del Grand Prix e vincitore di numerose gare del circuito (un lutto in famiglia in estate ne ha condizionato il rendimento, ma grazie ai compagni di squadra ed amici che gli sono stati vicini è riuscito a superare il momento critico).

Francesco Vannuccini 2° nel Grand Prix, ha costantemente tallonato il compagno di squadra fino all’ultima gara mantenendo una forma costante.

Emanuele Graziani: una partenza scoppiettante ad inizio anno dove ha ottenuto ottimi risultati alle Indoor e alle campestri, poi un infortunio importante lo ha tenuto fermo per circa 8 mesi, poi gradatamente ha ripreso ottenendo a fine stagione dei buoni risultati come il 2° posto al City Trail ed il 5° posto alla mezzamaratona Nazionale di Bastia a 1\2 dicembre.

Lorenzo Mori. Inizio anno un po’ in sordina per impegni di studio e lavoro, poi nella 2^ parte della stagione è tornato ad allenarsi con continuità vincendo la 10 km della Maratonina, il City Trail e attualmente è 3° al Grand Prix Toscano di Cross.

Filippo Del Buono, altro giovane promettente cresciuto moltissimo ,ottimi i risultai in pista e su strada come pure Francesco Del Corto in evidenza nei metri 800 e sulle staffette.

Il triatleta Fabio Ansano è riuscito ad abbinare gli ottimi risultati sul Triatlhon anche nei Cross e nelle corse su strada, Giovanni Ciambriello ancora in evidenza con la vittoria della categoria nel Grand Prix dopo la vittoria nel 2021.

Alessandro Tartaglini dopo un avvio 2022 molto forte, ha dovuto fermarsi per infortunio e solo in questi giorni sta ritornando competitivo, come Alessandro Annetti che ha dovuto allentare gli allenamenti per due figli piccoli.

Alessandro Nespoli che oltre a migliorarsi è stato in grado di gestire la comunicazione del sito della Polisportiva Policiano con professionalità.

Stefano Sinatti è il tecnico che segue tutto il settore dei mezzofondo maschile e femminile con ottimi risultati.

Un gruppo molto ben amalgamato e valido quello degli ultra quarantenni con Lisi, Neri, Nocentini, Orsi, Luccero , Marchetti, Ragazzini, Serboli, Schicchi, Magi, Basile, Soldini, Renzetti,Volpi, Stefano e Moreno Sinatti, Scaglia, Oretti, Martino, Lombardi e l’intramontabile Emilio D’Onza con 82 anni sulle spalle riesce ancora a correre molte gare.

Ottimo il gruppo dei maratoneti con Bettarelli, Antonini, Niccolai, Roggiolani, Cardelli, Milani, Monnanni (alla maratona di New York).

Dal punto di vista organizzativo, è stato sicuramente l’anno dei record: oltre ad avere organizzato quasi 20 gare tra Cross, Strada, Pista e Trail, la Polisportiva è riuscita a portare nelle nostra città eventi che hanno fatto parlare di Arezzo in tutta Italia e all’estero.

Agli ottimi risultati ottenuti con il record italiano nel martello della livornese Rachele Mori in occasione dei campionati di società di atletica leggera di metà maggio, si aggiungono a fine agosto la Scalata al castello, la miglior prestazione Italiana eguagliata del carabiniere Yoannes Chiappinelli e i risultati eccezionali raggiunti in occasione della Maratonina città di Arezzo, con il Ranking Internazionale che colloca Arezzo come prima mezzamaratona d’Italia, tecnicamente più elevata e con una delle migliori prestazioni mondiali stagionali nella gara femminile.

Insomma, è stato un anno sicuramente difficile ma al tempo stesso positivo per tutto quello che siamo riusciti a realizzare: dalle attività per i giovani con i campi estivi, l’attività motoria per giovani ed anziani, ùiniziative di solidarietà per la Croce Bianca di Rigutino, per l’associazione Down Trisomia di Firenze e il ricordo del dottor Tommaso Amato, appassionato di podismo ricordato in occasione della Scalata al Castello

L’anno 2022 se ne sta andando ma siamo già pronti con la 1^ corsa dell’anno con il Capodanno di Corsa e il 6 gennaio con la Befana Campestre.

L’impegno per il 2023 sarà particolarmente importante in quanto coinciderà con il 50° anno della Unione Polisportiva Policiano in concomitanza con la 50^ edizione della Scalata al Castello".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polisportiva Policiano, un 2022 di successi. E il prossimo anno sarà quello del cinquantenario

ArezzoNotizie è in caricamento