rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Altri Sport

Dakar, problemi al motore per Lucci

Nel corso dell'ottava tappa la moto si è fermata. Il centauro castiglionese costretto allo stop. Adesso dovrà scegliere se ritirarsi o giocare il 'jolly'

La delusione è a dir poco evidente sul volto e nelle parole di Paolo Lucci. Il centauro di Castiglion Fiorentino ha affrontato la tappa più tosta della Dakar incontrando più di una difficoltà e alla fine il motore della Husqvarna sulla quale viaggiava ha alzato bandiera bianca.

È lo stesso Lucci a raccontare cosa è accaduto in un'intervista concessa a Moto.it.

'Ero arrivato al chilometro 215 quando la moto si è fermata - racconta il giovane castiglionese a bordo di un suv mentre fa rientro verso ‘i box’, colpito come non mai dal contrattempo - il motore è andato. Ho dovuto quindi chiamare gli organizzatori che mi hanno così mandato incontro un elicottero per raggiungere poi il bivacco'.

Fino a ieri miglior italiano in classifica generale, terzo rookie (debuttante) in questa Dakar, Lucci stava viaggiando insieme all'altro italiano Petrucci quando la moto si è fermata perdendo olio. Un guasto che lo ha costretto al ritiro e che adesso lo pone davanti ad un bivio. Lucci potrebbe ritirarsi o in alternativa giocare il 'jolly'. Ai centauri è permesso reperire i pezzi di ricambio e provare quindi a ripartire nel giro di poche ore. All'orizzonte mancano quattro tappe (oltre 2.400 km) prima della bandiera a scacchi. A breve sono attese comunicazioni. Certo è che comunque vada questa Dakar ha permesso a Lucci di far conoscere la sua tempra, tra i migliori fino al guasto al motore in una corsa dove problemi del genere sono praticamente all'ordine del giorno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dakar, problemi al motore per Lucci

ArezzoNotizie è in caricamento