Palagalli: da palazzetto a cittadella dello sport. Un accordo per lo sviluppo

Attualmente il palazzetto di via Bolzano oltre al campo interno dispone di due campi esterni, uno da minibasket e lo spazio per ping pong e biliardino

Lo scorso 11 luglio a San Giovanni Valdarno si è svolta un’importante giornata durante la quale è stato siglato il gemellaggio tra l’Ambito turistico del Valdarno aretino ed il Distretto di Trapani e in occasione della quale si sono festeggiati i 40 anni di attività del Palagalli. 

Il grande successo dell’iniziativa, che ha visto convergere due realtà territoriali in obbiettivi comuni di promozione artistica, culturale e sportiva, è da attribuirsi alla levatura delle persone che hanno reso possibile la sua realizzazione; uno su tutti l’atleta Francesco Mannella, ex-giocatore del Galli poi trasferitosi a Trapani, dove è stato protagonista della scalata dei siciliani dalla C1 alla Serie A e nominato “Leggenda del basket italiano” dalla LNP. Presenti oltre al Sindaco di San Giovanni Valdarno Valentina Vadi, ex atleta del Galli, anche l’ex Primo cittadino Rino Giardini che durante il suo mandato firmò l’autorizzazione per la costruzione del Palazzetto in Via Bolzano che questo luglio festeggia 40 anni. Un evento quello dello scorso luglio che ha ricordato quindi le persone che costruirono il Palagalli, dal 1978 al 1980, e che ha visto il Sindaco attuale consegnare a Ferdinando Vanni, allenatore e dirigente al tempo della costruzione, una targa commemorativa speciale.

Alla presenza di una qualificata rappresentanza delle istituzioni regionali e locali, è stata confermata l'intenzione di giungere alla realizzazione di una “cittadella dello sport”, attraverso l’arricchimento di ulteriori spazi nell’area in prossimità del Palagalli, grazie alla fondamentale e stretta collaborazione tra il comune e le società sportive che praticano vari sport, cosiddetti minori. Attualmente il palazzetto di via Bolzano oltre al campo interno dispone di due campi esterni da basket ed uno da minibasket, in aggiunta anche lo spazio per Ping Pong e Biliardino. Arricchendo ulteriormente questa area di strutture e servizi ulteriori si verrebbe a creare quindi una zona completamente e trasversalmente dedicata a varie discipline sportive al coperto e rivolta soprattutto ai più giovani, un grande progetto di rilancio dopo 40 anni dalla sua costruzione. I giovani infatti sono sempre stati la forza della storia del Palagalli, che di ragazzi e ragazze del Valdarno ne ha fatto atleti riconosciuti oltre i confini regionali, ed è proprio pensando al loro futuro che si è scelto di intraprendere col comune questa nuova strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Nuove regole allo studio per Natale e Capodanno: verso il Dpcm del 3 dicembre

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

  • Nuovi assetti bancari in provincia:18 filiali Ubi passano a Bper. Tra queste anche la sede storica di Banca Etruria

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento