menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quattro medaglie per la Chimera Nuoto ai campionati toscani di fondo

I ragazzi aretini hanno ben figurato a Piombino in una gara su lunghe distanze e in mare aperto

Sulle lunghe distanze e in mare aperto: i ragazzi della Chimera Nuoto colgono medaglie anche nel fondo. Un gruppo di nuotatori aretini ha gareggiato a Piombino al quarto “Trofeo Pegaso” che, valido come campionato regionale di mezzofondo e fondo in acque libere, ha riunito atleti da tutta la Toscana in una gara particolarmente impegnativa sviluppata su 5.000 e 2.600 metri in stile libero. Guidata dai tecnici Marco Magara e Adriano Pacifici, la squadra della Chimera Nuoto è riuscita ad emergere con due argenti, due bronzi e tante altre positive prestazioni che sono valse il sesto posto nella classifica generale tra quarantotto società da tutto il centro Italia.


La società è emersa nei 5mila metri della categoria maschile Ragazzi 2004-2005 e della categoria femminile Juniores 2003-2004 dove ha occupato i due terzi dei podi in virtù dei secondi posti di Matteo Vasarri e di Miriam Borgogni, e dei terzi posti di Gabriele Gambini e di Greta Beatrice Franci. Nella gara dei Ragazzi, inoltre hanno ben figurato anche Giulio Bracciali e Jacopo Bartolini che si sono piazzati rispettivamente al quarto e al quinto posto, mentre tra i migliori del campionato sono rientrati anche Luca Trojanis e Gabriele Fioravanti (quarto e sesto negli Juniores). A completare la squadra aretina proveniente dal palazzetto del nuoto di Arezzo e dalla piscina comunale di Foiano della Chiana erano poi presenti anche Andrea Banelli, Alexandru Stefan Ganea, Samuele Magnani, Matteo Meacci, Niccolò Quadrani, Vittoria Pieroni, Alessandra Ruffini e Francesco Sassoli. «I campionati regionali in acque libere - commenta Magara, - ci hanno visti per protagonisti con un nutrito gruppo di giovani atleti, molti dei quali alla prima esperienza nel fondo ma già capaci di ottenere ottimi piazzamenti anche in una competizione che richiede impegno, sacrificio, costanza e concentrazione. Le quattro medaglie e il sesto posto finale confermano la completezza del nostro gruppo che è sempre più capace di esprimersi al meglio sia nelle brevi che nelle lunghe distanze».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento