Chimera Lotta, Stopponi si conferma campione italiano Giovanissimi nello stile libero

L'atleta aretino si è piazzato sul gradino più alto del podio dopo aver battuto in finale il romano D'Ottavi in soli 38 secondi

Francesco Stopponi si conferma campione italiano Giovanissimi di lotta stile libero.

L’atleta della Chimera non si ferma più e ancora una volta sale sul gradino più alto del podio, in questo anno speciale per lui.

Sabato scorso si è svolto al Pala Fijlkam di Ostia il campionato italiano Giovanissimi di lotta stile libero, dove hanno partecipato circa centoventi atleti under 13. Il sodalizio amaranto ha partecipato con soli due atleti, accompagnati dal tecnico Roberto Stopponi.

Francesco Stopponi non si lascia intimorire dal salto di categoria e dover incontrare nuovi avversari in uno stile di lotta che non esalta le sue capacità, ma dove riesce a calarsi e divertirsi. Nemmeno dai problemi fisici che da due mesi lo costringono lontano dalla materassina ed a seguire una preparazione specifica. Stopponi mette tutti in riga e detta legge nella categoria fino a 41 kg. Entra in gara ai quarti di finale contro il forte napoletano Caiazza, un incontro avvincente ed equilibrato dove l’aretino soffre inizialmente gli attacchi dell’avversario anche per i problemi fisici che lo frenano più del dovuto, il primo periodo lo vede sotto di quattro punti. Il secondo periodo è al cardiopalma, Francesco parte all’attacco, stringe i denti, sembra non risentire dell’handicap, dopo soli 54 secondi recupera il gap portandosi in parità (6-6) e con un’azione rischiosa e spettacolare schiena l’avversario. Gli applausi del pubblico sottolineano la bravura dei due giovani lottatori. 

In semifinale l’avversario è il molfettese Mastrofilippo, ma che è costretto a soccombere davanti a volontà e determinazione del lottatore amaranto. Il pugliese cerca di limitare i danni, ma l’aretino non gli lascia scampo chiudendo l’incontro ai punti (10-2). È nuovamente finale.

La finale con D’Ottavi delle forze dell'ordine. Roma diventa una formalità. Infatti al lottatore della Chimera sono bastati 38 secondi per atterrare il romano (8-0) ed aggiudicarsi il titolo tricolore Giovanissimi. Un’annata importante quella del promettente lottatore aretino che per un soffio non ha potuto calare il poker di titoli: tre medaglie d’oro e una d’argento ai campionati italiani gli hanno aperto la porta della squadra nazionale italiana Under 15 con la partecipazione al campionato europeo. 

Nella categoria 85 kg. Silviu Jeflea purtroppo non supera gli incontri di qualificazione.

Grande soddisfazione a San Giusto per la medaglia conquistata. Adesso si comincia a programmare e prepararsi per il prossimo anno sportivo che vede subito ad inizio anno la corsa al titolo tricolore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto frontale: muore giovane aretina. Grave un 46enne

  • Tragedia di Ristradelle, Helenia e il suo grande amore per gli animali. Lavorava per Enpa: "Lascia un vuoto enorme, la sua dolcezza era unica"

  • Non solo "La vita è bella". Tutti i film girati nell'aretino

  • Stelle Michelin Toscana 2020: Arezzo presente con un ristorante storico. E con un giovane chef

  • Allarme bomba: evacuate le Poste centrali. Ma nel pacco c'è del pane

  • Cinghiale distrugge 20mila euro di cocaina nascosta sotto terra

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento