La Ginnastica Petrarca traccia il bilancio della stagione della ritmica

La società rivolge il proprio plauso alle atlete per la dedizione e l’impegno dimostrate negli ultimi mesi. Un ringraziamento è rivolto ad Irene Leti che termina la propria esperienza alla guida della ritmica

Tempi di bilanci per la Ginnastica Petrarca. La stagione di gare della sezione di ginnastica ritmica volge al termine e, di conseguenza, la storica società aretina rivolge un plauso a tutte le protagoniste di un’annata particolarmente delicata a causa del lungo periodo di stop causato dall’emergenza sanitaria. Stop che, tra l’altro, è stato nuovamente previsto in seguito all’ultimo Dpcm, con la Ginnastica Petrarca che ha disposto la sospensione di tutte le proprie attività da lunedì 26 ottobre a martedì 24 novembre, in attesa di valutare la possibilità di
allenamento per gli agonisti di interesse nazionale e la ripresa delle sessioni a distanza in videoconferenza.
Ad emergere in questa situazione sono state anche la passione e l’impegno delle ragazze della ritmica che hanno continuato la preparazione nei mesi del lockdown proseguendo gli allenamenti tra le mura di casa e facendosi trovare pronte al momento della ripresa delle gare, come dimostrano le quattro medaglie colte ai Campionati Interregionali di Specialità e il settimo posto nella terza prova del campionato nazionale di A2 che non è stato comunque sufficiente per centrare la salvezza.

"Rivolgiamo alle ragazze la nostra gratitudine - commenta il presidente Simone Rossi, - per quanto dimostrato negli ultimi mesi in termini di disponibilità, dedizione e impegno, nonostante le rigide regole al momento del ritorno in palestra che hanno seguito il lungo stop della scorsa primavera. I buoni risultati raggiunti nelle ultime settimane dimostrano la bontà di un percorso di crescita sportiva che non è stato interrotto nemmeno dall’emergenza sanitaria".

Un pensiero e un ringraziamento da parte della Ginnastica Petrarca sono rivolti anche all’allenatrice Irene Leti che, con i Campionati Interregionali, ha terminato la propria esperienza all’interno della società dopo un percorso avviato negli anni ‘90 prima come atleta e poi come tecnico.

"Rivolgo ad Irene un sentito augurio per il suo futuro, qualunque esso sia - continua il presidente. - Niente è mai scontato, ma tracciando dei primi piccoli bilanci di una stagione sportiva anormale, prima ancora di parlare di amarezze per obiettivi non centrati e delle relative dovute valutazioni, è invece normale che il primo pensiero vada a lei per il contributo portato in tutto il suo percorso fatto come tecnico in questa e per questa società".

Un’ulteriore nota positiva dell’ultima stagione è rappresentata dalla rete di collaborazioni avviate con varie società del resto d’Italia. La Ginnastica Petrarca ha infatti schierato in serie A2 alcune atlete provenienti da Ginnastica Fabriano, Eurogymnica Torino, Corallo Prato e Centro di Educazione Corporea Livorno, favorendo così una preparazione congiunta tra ragazze di diverse società e un reciproco scambio di esperienze.

"L’incontro con altre realtà - aggiunge Rossi, - è sempre motivo di crescita: ringrazio le società con cui abbiamo stretto una collaborazione, con l’auspicio che questa positivo scambio possa rinnovarsi anche in futuro per dar seguito ad una reciproca crescita sportiva e personale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento