rotate-mobile
Altri Sport

Covid e sport: le buone pratiche igienico-sanitarie

Ecco le norme da seguire per società, atleti e genitori

Il protocollo “Pronti, ripartenza, via!” con tutti gli allegati, non è un documento chiuso, ma una guida per Comitati e Associazioni sportive, utile per il rispetto delle norme igienico-sanitarie da seguire, per favorire la ripresa delle attività da subito. Ed è valido per tutte le discipline ammesse dalle istituzioni regionali e dal Centro Sportivo Italiano. 

Insomma, fornisce preziose indicazioni per convivere con il Covid quando si fa sport. In questo modo, il CSI, anche grazie alle collaborazioni scientifiche attivate, si mette ancora una volta a sostegno e a disposizione delle società, ma anche degli atleti e dei genitori, offrendo loro, insieme ai comitati che hanno già programmato le attività, un contributo di speranza e di desiderio di educare attraverso lo sport. 
“Perché le norme igieniche è importante seguirle sempre, per rispettare sé stessi e gli altri, al di là della pandemia” commenta il presidente del CSI aretino, Lorenzo Bernardini.

Ecco quindi il protocollo nel dettaglio.

Per le società sportive è necessario: sanificare ed igienizzare la struttura ed il materiale tecnico tutti i giorni e ai cambi turno dei tuoi utenti come sanificare le mani a tutti coloro che entrano nella struttura; inserire i dati degli utenti nell’apposito registro giornaliero di presenza; far compilare il documento di autodichiarazione sia agli utenti che agli istruttori tecnici e tenerli agli atti per 14 giorni; far mantenere il distanziamento sia ai tesserati che ai genitori che accompagnano i propri figli. La doccia può essere fatta in struttura solo in caso di sicurezza del rispetto delle norme di sicurezza.

Atleti e genitori invece devono: consegnare l’autodichiarazione alla propria società; igienizzare le mani e indossare la mascherina quando non si svolge attività sportiva.

Il protocollo “Pronti, ripartenza, via!” si rivolge a tutti gli sport di squadra di contatto ed individuali, per quanto compatibile.  

“Nel frattempo, si sta già lavorando per immaginare anche formule alternative di attività, rispetto a quelle tradizionali, al fine di garantire a tutti il piacere e il divertimento dello sport – commenta ancora Bernardini che conclude. Rinnovando a tutti l’invito a vivere una stagione di grande immaginazione, coraggio e testimonianza, spero che questo strumento possa essere di aiuto per gli sportivi. Nel caso tu fossi alla ricerca del protocollo per la tua disciplina sportiva contatta il CSI comitato di Arezzo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid e sport: le buone pratiche igienico-sanitarie

ArezzoNotizie è in caricamento