menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ad Agazzi il nuovo centro Fise di Angiolo Checcacci

La struttura dove si cercherà di avviare tanti altri giovani aretini verso la Giostra e le gare degli eventi storici

Inaugurazione del centro Fise di Angiolo Checcacci ad Agazzi col presidente della Fise Toscana Massimo Petaccia e poi festa col mondo della Giostra. Nella scuderia Rayo de Sol Angiolo Checcacci, tecnico Fise eventi storici, si appresta a preparare le nuove leve in questa particolare disciplina dove vanta una grande esperienza. Un nuovo centro dove si cercherà di avviare tanti altri giovani aretini verso la Giostra e le gare degli eventi storici. 

“Da oggi abbiamo un altro importante riferimento ad Arezzo - ha detto il presidente della Fise Toscana Massimo Petaccia - con questo centro ippico organizzato e gestito da Angiolo Checcacci. Una struttura ben organizzata e funzionale che ha un grande riscontro da parte della città e sarà un punto di riferimento non solo per l’attività degli eventi atorici, ma anche per tutti quei giovani cavalieri che vorranno avvicinarsi alle altre discipline. Checcacci ha infatti una grande esperienza anche nelle discipline olimpiche e nel salto ostacoli. Gli auguriamo dunque di cuore un buon lavoro e un grande in bocca al lupo. Certi del supporto costante del nostro referente per gli eventi storici Goffredo Pasquini che ha lavorato sodo per la grande crescita e lo sviluppo di questa disciplina. Questo centro ippico poi porta il nome di un importante cavallo Rayo de Sol”.

A fianco del nuovo centro Fise ad Arezzo anche il consigliere regionale e referente per gli eventi storici Goffredo Pasquini.

“Augurare un futuro rosa è poco - dice - per l’attenzione che Checcacci mette nella crescita di questa nostra disciplina. La sua forza è la passione e gli amici che lo contornano. Da parte mia per l’amicizia che ci lega e per la grande esperienza che ha spero che questo centro sia sulla bocca di tutti e punto di riferimento per molti”. 

La sera festa con tutto il mondo della Giostra e targhe e riconoscimenti ai suoi principali protagonisti dai dirigenti e giostratori dei quartieri, al maestro di campo Ferdinando Lisandrelli, allo storico Araldo Gianfrancesco Chiericoni, che non ha mancato di far vivere emozioni di Giostra con la sua voce ancora potente e carismatica. Premiato anche l’ex giostratore e allenatore Martino Gianni per quanto ha saputo dare alla Giostra. Targhe anche per il presidente della Fise Toscana Massimo Petaccia, per il segretario Goffredo Pasquini e per il generale Massimo Dal Piaz. Riconocimento anche alla giovane amazzone aretina Serena Scaletti che si sta facendo strada nel mondo del salto ostacoli. Quest’anno ha vinto una categoria a piazza di Siena ed ultimanente ha partecipato all’internazionale della Bagnaia. Si allena nel centro ippico di Emilio Bicocchi ed è seguita da Stefano Margheriti. La targa di Checcaci è un riconoscimento ed un augurio a tutti i giovani che si vorranno avvicinare alla Fise ed intraprendere la carriera agonistica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento