menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Monte San Savino arriva il "buono sport" per giovani da 6 a 17 anni

Il Comune ha ideato il “voucher sport”, un contributo da destinare alle famiglie di fascia economica media e bassa sostenendo le spese di iscrizione dei figli a corsi, attività e campionati sportivi organizzati da associazioni e società sportive dilettantistiche

L'emergenza sanitaria e le conseguenze sociali ed economiche a essa connesse stanno mettendo in serio pericolo anche la pratica sportiva: lo sport praticato attraverso le società del territorio, attualmente “sospeso”, rischia quindi di diventare un lusso per pochi quando l'emergenza sarà superata.

Per evitare tutto questo il Comune di Monte San Savino, attraverso l'assessorato alle politiche giovanili e quello allo sport, ha ideato il “voucher sport”, un contributo da destinare alle famiglie di fascia economica media e bassa sostenendo le spese di iscrizione dei figli (da 6 a 17 anni) a corsi, attività e campionati sportivi organizzati da associazioni e società sportive dilettantistiche.

Nel contempo si persegue anche l'obiettivo di scongiurare un’altra possibile conseguenza delle difficoltà sociali ed economiche, il forzato abbandono dei giovani con disabilità che rientrano nella fascia di età compresa fra i 6 e i 26 anni.

“Lo sport è importante sia a livello fisico sia a livello sociale” spiega l'Assessora alle Politiche giovanili Erica Rampini “Nonostante la situazione vogliamo quindi essere ottimisti e pensare anche a quello che potrà accadere quando l'emergenza sanitaria sarà superata. E' importante che il ritorno alla normalità che tutti auspichiamo sia reale e non solo a parole. Che non ci si trovi quindi costretti a dover rinunciare ad abitudini utili e sane, con le famiglie costrette a privare i figli di uno strumento fondamentale per il benessere, la crescita, la socialità e la formazione”.

“E' un modo anche per aiutare le società sportive locali” spiega l'Assessore allo sport Alessio Maina “Sono una grande risorsa per tutti noi e svolgono un lavoro eccellente al servizio della comunità, ma sono state duramente colpite dalle restrizioni legate all'emergenza Covid. Per questo abbiamo ideato questo strumento con il quale si spera di offrire sostegno incentivando le iscrizioni”

I voucher, utilizzabili anche per spese relative ad acquisto di materiali specifici, avranno un valore pari a 100 euro che saliranno a 200 se la famiglia ha 2 figli iscritti, cifra che aumenterà poi di 50 euro per ogni figlio per le famiglie più numerose.

I  nuclei  familiari  interessati  dovranno presentare  la  domanda  utilizzando il  modulo presente nel sito del Comune (www.citymonte.it), da consegnare presso l’Ufficio Protocollo o trasmettere all'indirizzo Pec comune@pec.citymonte.it. Il periodo per la presentazione delle domande va dal 1° Dicembre al prossimo 15 Gennaio, salvo proroghe.

Eventuali richieste di informazioni o chiarimenti potranno essere avanzate al recapito telefonico 0575/8177217 e alla e-mail: chiara.lunghini@citymonte.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

social

L'opera in cui c'è la città di Arezzo dietro al Cristo crocifisso. E la storia della chiesa che la ospita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento