Bocce, campionato nazionale giovanile Raffa: terzo posto per Cortona

L'impresa è stata sfiorata dalla squadra formata da Michele Mazzoni, Riccardo Mazzoni, Martina Briganti, Alessandra Colzi, Gabriele Senserini, guidata dal CT Lidio Barboni e dalla dirigente Giulia Pierozzi

Cortona Bocce ha mancato di un soffio l'approdo alla finale. L'impresa è stata sfiorata dalla squadra formata da Michele Mazzoni, Riccardo Mazzoni, Martina Briganti, Alessandra Colzi, Gabriele Senserini, guidata dal CT Lidio Barboni e dalla dirigente Giulia Pierozzi. I ragazzi di Cortona avevano vinto 4-2 in mattinata il primo turno contro i leccesi del Martano. Due vittorie aretine nei tiri di precisione, una nella terna e una nella coppia avevano reso vani i successi pugliesi nella coppia e nell'individuale. Cortona approdava così alla semifinale, dove ha sfidato i bolognesi dell'Italia Nuova: 1-1 nei tiri di precisione, poi 2-2 dopo la terna (persa) e l'individuale (vinto da Riccardo Mazzoni). Decisive sono state le sfide di coppia che gli emiliani si sono aggiudicati 10-6 e 10-3. Ottimo comunque nel complesso il risultato per una società che ha ottenuto un altro podio nazionale dopo i due del 2018. La squadra è stata guidata dai gemelli Mazzoni (orfani di Cecchi, che non è stato schierato per il vincolo regolamentare che prevede al massimo due Under 18), che hanno fatto da chioccia ad altri promettenti, ma alla prima vera prova importante. Gabriele Senserini è stato la rivelazione, mostrando colpi da campioncino con la sfrontatezza di chi non ha paura di nessuno. Le due più inesperte Martina Briganti e Alessandra Colzi hanno dato un ottimo contributo alla squadra, al di là delle aspettative: per loro si tratta di un ottimo punto di partenza.
Per La California invece la corsa si è fermata ai quarti, quando Andrea Barbieri, Andrea Pace, Andrea Rosella, Davide Biagi e Lorenzo Biagi, guidati dal tecnico Francesco Biagi e dal dirigente Mario Loconte, non erano riusciti ad arginare l'Achille Grandi di Cremona. 4-1 era stato il risultato finale a favore dei lombardi, poi eliminati al turno successivo dai futuri campioni romani della Boville. I cremonesi si sono rivelati una squadra molto forte, contro cui i gialli bibbonesi hanno fatto comunque il massimo rivelandosi una squadra valida e piuttosto omogenea nei valori degli atleti, con un’età media alquanto bassa. La minor esperienza rispetto ai lombardi è stata fatale, ma il bagaglio acquisito sarà fondamentale per il futuro.
Al Comitato Regionale Toscana resta la soddisfazione della crescita dei suoi ragazzi, competitivi a livello nazionale e portatori dei valori di questa disciplina, capaci di creare attorno a loro un ambiente positivo e stimolante.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Dilettanti, ecco i campionati costretti allo stop

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento