Un 2020 da urlo per Beatrice Coradeschi: i successi internazionali, aspettando la Coppa Chimera

Medaglie e piazzamenti nelle gare dalla Corea al Venezuela per la giovane aretina

La bacheca con i trofei di Beatrice Coradeschi sta crescendo sempre più. Anche se il Covid-19 ha chiuso buona parte delle palestre, le gare disputate da remoto stanno riscuotendo successo e la giovane aretina, classe 2007, si sta confermando tra le migliori atlete italiane.

Il 2020 si è chiuso con il successo nella gara organizzata dall'Istituto Culturale Coreano di Roma in collaborazione con la Federazione Italiana Taekwondo. Beatrice è riuscita a conquistare il primo posto nel freestyle. Ma oltre alla competizione coreana ecco i due piazzamenti ottenuti nell'International Poomsae Championship - Virtual Cup Venezuelan Federation
of Taekwondo - World Taekwondo Venezuela. La gara internazionale venezuelana ha visto l'atleta seguita dal maestro Gennaro Patrone salire sul gradino più alto del podio nel freestyle e prendere il terzo posto nelle forme.

E il 2021 sarà all'insegna della Coppa Chimera che è cresciuta come non mai nell'ultimo periodo. L'evento che solitamente chiudeva la stagione adesso è diventato una gara in più eventi, ottenendo il riconoscimento del Coni come gara di interesse nazionale. Anche in questa competizione Beatrice ha ottenuto un ottimo secondo posto nelle forme al termine del primo round che le consentirà di partecipare al prossimo impegno, in calendario a febbraio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Marito e moglie fermati da finti militari, picchiati e rapinati

  • "Pettorina finta e Glock in mano, così ho capito che non erano carabinieri". Il vocale che svela i trucchi della banda dell'Audi bianca

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento