Arezzo Rugby, Luca Androsoni è il primo allenatore della neonata serie C

La società aretina ha ufficializzato lo staff tecnico che si occuperà della neonata formazione seniores.

L’Arezzo Rugby presenta lo staff tecnico che guiderà la neonata squadra di serie C. La società aretina, dopo sei anni orientati esclusivamente al settore giovanile, ha ampliato la propria attività anche verso le categorie seniores e per vivere questo importante passaggio ha scelto di affidarsi ad uno dei tecnici più esperti del panorama rugbistico toscano.

Per guidare la futura prima squadra è stato infatti chiamato il fiorentino Luca Androsoni che avrà il compito di amalgamare un gruppo eterogeneo che, al momento, è formato da venticinque atleti con un mix tra i giovani che attualmente fanno parte dell’Under18 dell’Arezzo Rugby, gli adulti che stanno riprendendo a giocare dopo avere sospeso nelle ultime stagioni l’attività e i neofiti che si stanno avvicinando a questo sport.

In questa nuova esperienza, il tecnico farà affidamento su Antonio Mammone come viceallenatore e su Gabriele Rossi come preparatore atletico, con un lavoro che prenderà il via con i primi allenamenti nel mese di aprile. Questo staff tecnico raccoglierà l’eredità di Dario Senesi che si è finora fatto carico del progetto di nascita della prima squadra e che ha diretto la preparazione degli ultimi mesi, con l’obiettivo di far incontrare i ragazzi della rosa e di iniziare a dar loro un’identità comune.

«Cercavamo un allenatore capace di lavorare con i giovani ma che allo stesso tempo avesse esperienze di seniores - commenta Simone Colangelo, vicepresidente dell’Arezzo Rugby, - e abbiamo ritrovato queste caratteristiche in Androsoni a cui abbiamo affidato il delicato compito di accompagnarci nel nostro esordio in serie C nella stagione 2019-2020».

Androsoni vanta un curriculum sportivo particolarmente ricco, prima come giocatore e poi come allenatore. La carriera in campo è iniziata nel 1988 e si è svolta interamente nel Cus Firenze con cui ha anche raggiunto la serie A, prima di imboccare nel 2004 la strada da tecnico inizialmente nelle giovanili della stessa società fiorentina e poi nelle prime squadre di Mugello Rugby e Unione Prato Sesto con cui ha vinto un campionato di serie C. Negli ultimi anni, infine, ha sposato il progetto dello Scandicci Rugby in cui sta attualmente svolgendo il ruolo di direttore tecnico e in cui sta guidando alcune squadre giovanili che, proprio lo scorso fine settimana, sono scese in campo anche ad Arezzo nella venticinquesima edizione del torneo “Serboli”. Il percorso alla guida della prima squadra dell’Arezzo Rugby sarà scandito da un doppio allenamento settimanale che accompagnerà all’esordio in campo a giugno in un quadrangolare che rappresenterà il primo banco di prova della fase iniziale di preparazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Quello dell’Arezzo - spiega Androsoni, - è un progetto nuovo e stimolante a cui sono felice di portare il mio contributo. Ho trovato ragazzi motivati, adulti disponibili e giovani entusiasti di mettersi alla prova in C: il mio primo compito sarà di valorizzare le abilità tecniche di ognuno di loro per inserirli in un sistema di gioco tutto improntato sull’intraprendenza e sulla velocità di azione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Covid: 78 nuovi casi nell'Aretino. Un 29enne ricoverato in ospedale

  • Coronavirus, il bollettino della Asl: 64 nuovi positivi nell'Aretino. Ci sono bimbi, studenti e insegnanti

  • "In terapia intensiva anche 50enni senza patologie pregresse", così la nuova ondata del Coronavirus

  • Lo sfogo del direttore di Rianimazione: "Abbracci senza mascherina, la gente non ha capito. Mi sono stancato"

  • Ciclista trovato riverso sulla strada, l'appello della famiglia: "Se qualcuno ha visto, contatti la Municipale"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento