menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allenamenti tra le mura di casa per i bambini dell’Alga Atletica Arezzo

I tecnici, infatti, hanno registrato una serie di video che presenteranno l’esercizio del giorno e che saranno inviati tramite whatsapp per permettere di restare in movimento e di continuare a divertirsi con l’atletica

Un ciclo di allenamenti direttamente tra le mura di casa. L’Alga Atletica Arezzo ha dovuto sospendere l’attività al campo scuola con gli atleti e le atlete delle categorie Ragazzi, Esordienti e Pulcini, ma si è prontamente attivata per prevedere una preparazione a distanza che ogni giovane atleta potrà effettuare direttamente nella propria abitazione. I tecnici, infatti, hanno registrato una serie di video che presenteranno l’esercizio del giorno e che saranno inviati tramite whatsapp per permettere così di restare in movimento e di continuare a divertirsi con l’atletica. Il primo contributo, ad esempio, ha proposto esercizi di rapidità e coordinazione tra rimbalzi a piedi pari, skip, corsa calciata e sforbiciate, mentre nei prossimi giorni saranno previste anche andature, addominali, dorsali e gesti tecnici utili per saltare e lanciare.

Questa modalità di allenamento, già testata la scorsa primavera, testimonia la volontà dell’Alga Atletica Arezzo di mantenere vivi i rapporti con gli oltre cento bambini e ragazzi nati tra il 2008 e il 2017 per cui è stata prevista la sospensione degli allenamenti, permettendo loro di restare in contatto con i tecnici e di coltivare la passione per lo sport. Al momento, infatti, l’attività allo stadio di atletica è prevista solo per gli atleti più grandi delle categorie dai Cadetti ai Senior che, come previsto dai decreti e dal protocollo federale, possono dar seguito ai loro allenamenti per partecipare ai futuri eventi e alle competizioni di rilevanza nazionale. «La speranza - commenta Gloria Sadocchi, dirigente dell’Alga Atletica Arezzo, - è di poter presto poter riaccogliere i nostri giovani atleti, ma nell’attuale situazione di incertezza abbiamo comunque riattivato una modalità di “allenamento domestico” che la scorsa primavera è stata particolarmente apprezzata. Gli esercizi proposti sono stati pensati per essere svolti tra le mura di casa per offrire momenti di sano divertimento, per restare in movimento e per poter continuare a praticare una disciplina sportiva».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Anche a Monte San Savino si può firmare per la "Legge antifascista"

  • Psicodialogando

    I 7 segnali della violenza psicologica nella vita di coppia

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento