Sport

4-3-1-2 o tridente. Due possibilità per un Cuneo più sicuro in trasferta

Sono due le opzioni al vaglio di Massimo Gardano tecnico del Cuneo, prossimo avversario dell'Arezzo. I piemontesi arrivano al Comunale dopo il pari interno con il Gavorrano per 1-1 e il 3-0 sul campo del Pontedera. E' una formazione che rende...

MassimoGardano_Cuneo

Sono due le opzioni al vaglio di Massimo Gardano tecnico del Cuneo, prossimo avversario dell'Arezzo. I piemontesi arrivano al Comunale dopo il pari interno con il Gavorrano per 1-1 e il 3-0 sul campo del Pontedera.

E' una formazione che rende meglio in trasferta quella del Cuneo, profondamente rinnovata in estate dopo il ritorno in serie C. Ad oggi in casa sono arrivati due pareggi e cinque sconfitte contro le tre vittorie, due pareggi e un ko totalizzati in trasferta. Guardando i numeri biancorossi e amaranto hanno lo stesso score fuori casa. Continuando a parlare di statistiche il Cuneo è attualmente al penultimo posto nella classifica dei gol fatti (solo 10) mentre quelli al passivo sono 18, tre in più rispetto a quelli del Cavallino.

Come detto in estate il Cuneo ha ringiovanito la rosa che adesso vanta una delle età medie più basse del girone con i suoi 22,9 anni. Alla guida della prima squadra è stato chiamato Massimo Gardano (nella foto) , 49enne torinese, che ha preso il posto di mister Iacolino che cha scritto pagine importanti nella storia recente del Cuno con ben tre promozioni dalla serie D alla C (2010/2011, 2014/2015, 2016/2017).

Contro l'Arezzo mancherà all'appello il difensore centrale Conrotto. Tornerà dalla squalifica invece il centrocampista Russo. In dubbio a causa di problemi fisici i fratelli Andrea e Marco Crestini oltre a Provenzano.

4-3-1-2 o tridente? La base di partenza potrebbe essere il 4-3-1-2 utilizzato nelle ultime uscite. In porta ci sarà Stancampiano con la linea a quattro formata da Baschirotto e D'Ignazio sugli esterni. Probabile accentramento per Quintodamo che sostituirà Conrotto accanto a Boni. In mediana Pellini si posizionerà al centro con Gerbaudo e Rosso mezzali. Aperi si muoverà dietro al tandem formato da Zamparo e Dell'Agnello (5 gol in stagione per l'ex Livorno). Va detto però che Aperi potrebbe anche andare sull'esterno con Zamparo con Dell'Agnello punta centrale per un 4-3-3.

Fonte foto campioni.cn

Twitter @MatteoMarzotti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

4-3-1-2 o tridente. Due possibilità per un Cuneo più sicuro in trasferta

ArezzoNotizie è in caricamento