Fa scoprire il Giappone ai turisti e sui social. Storia di Tommaso: "Il lavoro e l'emergenza Covid. Ho anche smentito le fake news"

Tommaso Rossi, originario di Castiglion Fibocchi, è diventato un punto di riferimento per tanti viaggiatori italiani che scelgono il Giappone come meta turistica. Sul suo canale Youtube ha oltre 118 mila iscritti e negli ultimi 4 anni - complice anche la moglie Yuri - ha raccontato il paese dove vive con quasi 300 video

Il suo amore per il Giappone è scoppiato quando era piccolo e un amichetto gli ha mostrato un Goldrake giocattolo. Da allora non ha mai smesso di coltivare la passione per il Sol Levante, tanto da lasciare Arezzo 10 anni fa per stabilirsi a migliaia di chilometri di distanza. Oggi Tommaso Rossi, originario di Castiglion Fibocchi, è diventato un punto di riferimento per tanti viaggiatori italiani che scelgono il Giappone come meta turistica. Sul suo canale Youtube Tommaso in Giappone, ha oltre 118 mila iscritti e negli ultimi 4 anni - complice anche la moglie Yuri - ha raccontato il paese dove vive con quasi 300 video. Dalla cucina alle tradizioni, dalle curiosità ai luoghi più suggestivi: i video raccontano a 360 gradi la vita nel Sol Levante e raccolgono centinaia di migliaia di like e cascate di commenti. Fino alle richieste di chiarimenti a proposito delle fake news. Compresa quella sul medicinale Avigan.

"L'amore per il Giappone - racconta - è nato con Goldrake. E per uno strano caso del destino, la mia bambina è nata proprio nell'anniversario della prima messa in onda del cartone animato".

Poi la passione è diventata qualcosa di più: un lavoro. Quello di far scoprire quel meraviglioso paese ad altri italiani, accompagnandoli e aiutandoli a organizzare i loro tour (tramite Dondake.it). E dopo qualche anno la decisione di mettere radici a Tokyo, dove ha trovato l'amore e si è sposato con una giovane giapponese, Yuri. Adesso Tommaso continua a raccontare il suo Paese "adottivo", con la complicità della moglie. 

"Nei video io, da buon toscano, sono quello brontolone - spiega -, lei invece rappresenta la parte tenera della coppia, la sua dolcezza conquista tutti. Abbiamo subito capito che i nostri video piacevano: il modo in cui raccontavamo le cose insieme funzionava. E allora abbiamo continuato". 

Prima è nato il canale Youtube, poi pian piano Tommaso si è conquistato uno spazio negli altri social. "In questo periodo di emergenza sanitaria ho deciso di riproporre i video su Facebook. E in poco tempo i follower sono aumentati molto". 

In queste ultime settimane di emergenza sanitaria, anche Tommaso e la sua famiglia hanno trascorso il tempo chiusi in casa. E si è trovato a rispondere alle domande più impensate.

"Molti mi hanno chiesto: perché in Giappone ci sono così pochi malati?  E mi hanno anche domandato se l'Avigan è davvero efficace contro il Covid-19. Ho dovuto spiegare che, soprattutto per la notizia del farmaco, non c'era nulla di fondato, era una fake news. Mentre per quel che riguarda il basso numero di contagi, è probabile che la cultura del distanziamento sociale e l'uso della mascherina  tipico di questo paese abbia frenato la diffusione del virus". 

Il Giappone è uscito dall'emergenza sanitaria lo scorso 25 maggio e pian piano sta tornando alla normalità. Al momento però gli italiani non possono ancora varcare i confini del Sol Levante.

"Almeno fino a fine mese sarà così. Probabilmente però i prossimi tour riprenderanno tra settembre e ottobre. Ma ve lo dico subito: non è vero che il governo giapponese pagherà metà delle vacanze di viene qua. L'ho già detto a molti: è una bufala anche quella".

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Vaccino anti-Covid a -75°? A Subbiano l'azienda leader nella produzione di macchine per ghiaccio secco

  • Hamburger che passione: ad Arezzo quattro tra i migliori 50 locali toscani

  • In volo per rendere unica la serie Romulus: su Sky le immagini di Drone Arezzo

  • Collaborazione tra l'azienda aretina Monnalisa e Chiara Ferragni

  • Oscar Green Toscana 2020, Coldiretti Arezzo: "Vincono la birra morellina e il pecorino al fronte"

  • Promozione del vino toscano all'estero, bando da 13,5 milioni di euro. Come partecipare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento