In palestra già cambiati e su prenotazione. Domani la prima riapertura: tutte le novità

Parte tra poche ore la 'Fase 2' delle palestre. Niente doccia, misurazione della febbre e mascherine solo quando si lasciano le sale. Le nuove regole

Sono ore frenetiche in tutte le principali palestre aretine alla vigilia della riapertura. C'è chi nei giorni scorsi ne ha approfittato  per verniciare le pareti delle sale e degli spogliatoi, ma il minimo comun denominatore è stata la sanificazione e la misurazione degli spazi e delle distanze di sicurezza. Quelle che tra poche ore riapriranno saranno le stesse palestre che abbiamo conosciuto prima del lockdown, ma a cambiare saranno le modalità di accesso.

In palestra solo su prenotazione

Non basterà più sottoscrivere un abbonamento e recarsi in palestra anche all'ultimo secondo. Da domani per accedere alle strutture occorrerà prenotarsi come spiegano i titolari di Salus di Arezzo e Gold Star Gym. Gli spogliatoi saranno aperti, gli armadietti (ma solo una parte) utilizzabili, ma il consiglio è quello di andare in palestra già cambiati. All'entrata, fa sapere Marco Magnanensi (Gold Star), verrà misurata la temperatura e poi sarà possibile accedere alle sale.

"I clienti potranno cambiarsi le scarpe negli spogliatoi" spiegano dalla Salus con la Gold Star Gym che fa eco. "Daremo loro anche delle sacche dove riporre gli effetti personali comprese anche la scarpe con le quali arrivano da fuori".

Ma oltre alla prenotazione per accedere alla palestra sarà necessario indossare la mascherina.

"Potranno abbassarla durante alcuni esercizi - aggiungono dalle palestre - ma nel momento in cui si spostano da una sala ad un'altra, o da un macchinario ad un altro dovranno indossarla correttamente".

Niente doccia

La Salus di Arezzo, così come altre palestre, hanno chiuso le docce. Negli spogliatoi, come detto, sarà possibile cambiarsi le scarpe, al limite indossare i vestiti per svolgere attività sportiva, anche se è preferibile farlo a casa. La Gold Star Gym invece lascerà aperte due docce. "Lo abbiamo stabilito solo dopo aver misurato la distanza tra l'una e l'altra" precisa Marco.

E a proposito di misurazioni va detto che tutte le palestre hanno spostato i macchinari e, in alcuni casi, riorganizzato la disposizione degli attrezzi e delle postazioni proprio per far rispettare la distanza di sicurezza.

L'igienizzazione degli attrezzi

La Salus di Arezzo fornirà ad ogni utente un panno e una soluzione igienizzante che l'abbonato avrà l'obbligo di utilizzare prima di lasciare il macchinario per sanificarlo. La Gold Star Gym, che ha ampliato l'orario dalle 7 alle 22, ha predisposto un gel igienizzante accanto ad ogni macchinario ed ogni dovrà servirsene finito l'allenamento.

Il numero dei corsi ovviamente subirà ovunque un ridimensionamento a causa delle norme che permetteranno la riapertura delle palestre. Ed ecco allora che lo streaming resta una valido aiuto.

"Proseguiremo con i corsi sulla piattaforma Zoom - sottolineano dalla Salus - questo perchè hanno riscosso un grande successo e perchè sono fruibili da tante persone. Tra l'altro sarà possibile consultare anche la nostra nutrizionista, la dottoressa Chiara Veronese".

Così, anche le palestre, si preparano ad entrare nella loro 'Fase 2'.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • Vaccino anti-Covid a -75°? A Subbiano l'azienda leader nella produzione di macchine per ghiaccio secco

  • Collaborazione tra l'azienda aretina Monnalisa e Chiara Ferragni

  • Hamburger che passione: ad Arezzo quattro tra i migliori 50 locali toscani

  • In volo per rendere unica la serie Romulus: su Sky le immagini di Drone Arezzo

  • Oscar Green Toscana 2020, Coldiretti Arezzo: "Vincono la birra morellina e il pecorino al fronte"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento